Febbraio 8, 2023

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Biden affronta una dura battaglia nella battaglia contro Microsoft per l’accordo con Activision.

La Federal Trade Commission (FTC), che sovrintende alle forze dell’ordine antitrust, giovedì ha chiesto a un giudice di bloccare l’accordo, sostenendo che la fusione consentirebbe a Microsoft Xbox l’accesso esclusivo ai giochi Activision, lasciando indietro le console Nintendo e Sony PlayStation.

L’amministrazione Biden ha cercato di rinvigorire l’applicazione dell’antitrust, con il Dipartimento federale del commercio e il Dipartimento di giustizia che sfidano molte più operazioni rispetto ai loro recenti predecessori in settori così disparati come l’editoria e una varietà di campi medici, della difesa e delle apparecchiature domestiche.

Microsoft, che ieri ha dichiarato di essere fiduciosa nella sua causa, sta cercando il più grande accordo nella storia dell’industria dei giochi per espandere rapidamente il proprio portafoglio di giochi popolari e mettersi al passo con i concorrenti più grandi.

Le soluzioni di Microsoft, incluso un impegno di 10 anni per portare “Call of Duty”, la popolare serie di sparatutto in prima persona, su Nintendo Co Ltd e sulle piattaforme PlayStation di Sony, danno all’azienda buona fortuna nel convincere il giudice della FTC che esaminerà il caso, gli avvocati dire.

“Il precedente legale non è dalla parte della FTC”, ha affermato Andre Barlow, avvocato antitrust presso Doyle, Barlow & Mazard PLLC. Ha aggiunto: “Abbiamo avuto almeno tre giudici che hanno accolto i ricorsi delle parti unite”.

Barlow ha citato tre recenti fusioni che sono state contestate dalla Federal Trade Commission o dal Dipartimento di Giustizia e che alla fine sono state autorizzate ad andare avanti. In tutti e tre questi casi, l’acquisto di Change Healthcare da parte di UnitedHealth Group, l’offerta di AT&T per Time Warner e l’acquisizione di Grail da parte di Illumina, gli acquirenti hanno offerto rimedi per mitigare le preoccupazioni antitrust.

READ  La missione è appena iniziata!

Questi casi condividono un altro punto con l’accordo proposto da Microsoft: in ogni caso, l’azienda si fonde con un fornitore in quella che viene definita fusione “verticale”. Secondo gli esperti, i giudici tendono a considerare questo tipo di accordo meglio delle fusioni “orizzontali”, in cui una società cerca di eliminare un concorrente.

“Le sfide di fusione verticale sono davvero difficili da vincere, quindi sarà una battaglia in salita per la FTC”, ha affermato Roger Alford, professore di diritto all’Università di Notre Dame.

La causa FTC offre a Microsoft una tabella di marcia per placare le preoccupazioni antitrust offrendo nuove concessioni: potrebbe accettare di offrire i giochi Activision ai suoi concorrenti allo stesso prezzo, alla stessa qualità e alla stessa versione. Storia come Xbox.

Gli Stati Uniti non sono l’unico gioco in città

Ma anche se Microsoft può battere la FTC in un tribunale statunitense, deve comunque soddisfare i regolatori euroscettici.

“Il fatto che la FTC stia attaccando l’accordo” incoraggerà l’UE, ha affermato William Kovacic, ex presidente della FTC che ora insegna alla George Washington University School of Law.

La FTC ha affermato nella sua denuncia che Microsoft aveva precedentemente dichiarato ai regolatori europei di non avere alcun interesse a realizzare giochi derivanti esclusivamente dall’acquisizione di ZeniMax nel 2021, ma che lo aveva successivamente fatto con alcuni giochi.

Reuters ha riferito il mese scorso che Microsoft dovrebbe proporre rimedi alle autorità antitrust dell’UE nelle prossime settimane per eludere le obiezioni formali all’accordo. La scadenza per la Commissione europea per preparare un elenco ufficiale delle questioni relative alla concorrenza è il mese prossimo.

READ  Nintendo Switch: Sonic, Temtem, Star Wars... i migliori giochi in vendita durante le festività natalizie!

“Esiste una forte possibilità che la Commissione europea chiuda la fusione e non dovrà andare in tribunale”, ha affermato Seth Blum di Blum Strategy Adviser.