Maggio 27, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Battaglia di Bakhmut: l’Ucraina afferma di aver respinto i russi

Battaglia di Bakhmut: l’Ucraina afferma di aver respinto i russi

YuUn alto funzionario militare ucraino ha detto mercoledì che le forze di Kiev hanno effettuato contrattacchi a Bakhmut, l’epicentro dei combattimenti nell’est del paese, e hanno costretto le forze russe a ritirarsi in alcuni luoghi.

La battaglia di Bakhmut, che ora è controllata al 95% dalle forze russe, è la più lunga e sanguinosa dall’inizio dell’invasione russa nel 2022.

Mentre le forze russe, principalmente combattenti del gruppo paramilitare Wagner, hanno gradualmente guadagnato terreno negli ultimi mesi a Bakhmut, la resistenza ucraina nella parte occidentale della città rimane feroce.

Effettuiamo contrattacchi efficaci. In alcune zone del fronte, il nemico non ha potuto resistere all’assalto dei difensori ucraini e si è ritirato fino a 2 km di distanza ”, secondo il telegramma di Oleksandr Sersky, comandante delle forze di terra dell’esercito ucraino.

Secondo lui, i combattenti Wagner sulla scena sono stati sostituiti in alcuni punti da unità dell’esercito regolare russo, che sono meno preparate.

Il vice ministro della Difesa ucraino, Jana Malyar, ha confermato su Telegram che le forze di Kiev “non hanno perso un solo avamposto a Bakhmut nell’ultimo giorno”.

Queste affermazioni non sono state immediatamente verificate da una fonte indipendente.

Leggi anche La guerra in Ucraina: Yevgeny Roizman, l’ultima vittima dello schiacciamento dell’opposizione di Putin

READ  Fox News, che ha fatto causa per diffamazione, pagherà quasi 780 milioni di dollari

“Le nostre forze difensive mantengono in modo affidabile il fronte e impediscono al nemico di avanzare. La battaglia per Bakhmut continua”, ha aggiunto Sersky.

Il capo di Wagner, Yevgeny Prigogine, in aperto conflitto con lo Stato Maggiore russo, martedì ha accusato i soldati dell’esercito regolare russo di aver disertato dalle loro postazioni a Bakhmut.

Il signor Prigogine si era già lamentato in diverse occasioni della mancanza di munizioni per i suoi uomini, accusando la gerarchia militare russa di aver deliberatamente causato la carenza e minacciando di ritirarsi da Bakhmut se la situazione non fosse stata risolta.