Maggio 27, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Alta Savoia: sei morti, nessuna allerta meteo… quello che sappiamo sulla valanga più mortale della stagione

Alta Savoia: sei morti, nessuna allerta meteo… quello che sappiamo sulla valanga più mortale della stagione

Il bilancio si fa sempre più pesante. Il corpo di una sesta persona è stato ritrovato lunedì mattina, il giorno dopo la valanga avvenuta sul ghiacciaio di Armanset, vicino alla località di Contamines-Montjoy, non lontano dal Monte Bianco, ha detto lunedì mattina il procuratore Carlene Boisset.

Quattro vittime erano già state scoperte poco dopo l’incidente e domenica sera è stato ritrovato un quinto cadavere. Sulle cause della morte e sull’inquietante scomparsa è stata avviata un’indagine dall’ufficio del procuratore distrettuale di Bonneville.

Quello che è successo ?

Domenica mattina, poco prima delle 11:30, il ghiacciaio dell’Armancette, sulle alture della stazione sciistica di Contamines-Montjoie (Alta Savoia), ha subito un impressionante colpo di neve. Ha un’altezza di 1600 me una larghezza di 500 m, secondo la prefettura dell’Alta Savoia.

L’accusa ha indicato che la valanga ha catturato “tre gruppi di sciatori”, ciascuno “sorvegliato da una o due guide alpine”.

Chi sono le vittime?

secondo Delfina Libre, che ha citato la Federazione nazionale delle guide alpine Due delle sei vittime sono guide di Saint-Gervais. Uno è nato nel 1974, l’altro nel 1984, dettagliando pavimenti in parquet a Bonneville. Secondo le informazioni del parigino, il più giovane di loro, Clément Jacquemade, era padre di due figli.

video. La valanga lascia almeno 4 morti e diversi feriti in Alta Savoia

Il procuratore Carline Boisset ha detto che il corpo trovato domenica sera era quello di una donna di 39 anni. Il giudice ha aggiunto che la vittima, trovata lunedì mattina, è “probabilmente” il suo compagno, un uomo nato nel 1981. La coppia era della periferia di Lione, secondo la stessa fonte.

READ  Eclissi solare con un rischio dello 0,000047%.

Tra i deceduti ci sono una giovane donna di Beaufortin e un giovane di Lille, entrambi ventenni (nati rispettivamente nel 1999 e nel 1998). A partire da domenica, anche i servizi di emergenza hanno riscontrato un ferito lieve e otto persone illese.

Dove sono le ricerche?

secondo TV FMLe operazioni di soccorso sono ora terminate. Sono stati interrotti domenica sera prima di riprendere il lavoro lunedì mattina per ritrovare la persona che ancora mancava.

“Ieri abbiamo finito molto tardi, abbiamo ridotto il dispositivo per la presenza di oggettivi rischi di valanghe nella zona, e siamo comunque riusciti con mezzi digitali a trovare il cellulare di una delle vittime ed estrarre dalla valanga una quinta vittima che purtroppo morto”, ha dichiarato il presidente di Chamonix del PGHM.

Che tempo fa?

Nessun avviso di valanghe è stato emesso da Météo-France, ha detto la prefettura, e il pericolo è valutato a 2 su una scala di 5. Ma il caldo e il vento hanno causato l’evento. Chiesto di Informazioni FranciaDorian Labai, presidente della Federazione nazionale delle guide alpine, non sa spiegare il fenomeno, avvenuto “in buone condizioni meteorologiche”.

“È un dramma particolarmente sorprendente, in buone condizioni. Abbiamo decine di migliaia di sciatori alpinisti in questo momento sulle Alpi, il fine settimana di Pasqua è tradizionalmente molto impegnato e abbiamo condizioni abbastanza stabili in questo periodo dell’anno”, ha affermato Dorian LaPaye. presidente della Federazione nazionale delle guide alpine, in un’intervista a Info France.

SU Francia 3Stéphane Bournet, direttore di Anena (Associazione nazionale per gli studi sulla neve e le valanghe), ha spiegato che le condizioni della neve in inverno, con “periodi senza neve, seguiti da periodi di abbondanti nevicate” potrebbero aver creato un manto nevoso che “presenta strati duri e strati fragili”.

READ  Un billard cataclysmique entre trous noirs bouleverse notre compréhension de l'univers

. Le persone travolte dalla valanga compiono l’attraversamento delle cupole del Miage, secondo Le Dauphiné Libéré, un “classico” degli scialpinisti della regione.

Questo ghiacciaio è “relativamente comune in questo momento per escursionisti esperti”, ha dichiarato il sindaco di Contamines-Montjoy, François Barbier. Anche i rifugi che davano accesso al ghiacciaio erano pieni, completando il Prescelto. Il bilancio – ancora provvisorio – rende questa valanga una delle più letali degli ultimi anni e la peggiore della stagione.