Maggio 27, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Alsazia: Amaelles pubblica servizi di sanità elettronica per gli anziani

Alsazia: Amaelles pubblica servizi di sanità elettronica per gli anziani

Pubblicato il 14 aprile 2023, 12:11

Un’applicazione digitale per rilevare le carenze nutrizionali negli anziani non autosufficienti. Questo è il programma attualmente pubblicato a Tretoire de Belfort, Haut-Rhin e Baz-Rhin, dalla rete di assistenza personale Amiel. Questa struttura riunisce quindici associazioni e impiega circa 10.000 dipendenti in Francia, più della metà dei quali (5.400) in Alsazia. E-Nutriv, questo il nome dell’applicazione, viene utilizzato in particolare nell’ambito del progetto di prevenzione sanitaria dell’Eurometropoli di Strasburgo, “Distretto della salute di domani”.

Fa parte dei nuovi servizi di eHealth implementati dalla rete. Alcuni di questi sistemi sono stati presentati all’inizio dell’anno alla “Conferenza dei Finanziatori per la Prevenzione della Perdita dell’Autonomia negli Anziani”, organismo che coordina e finanzia le azioni di prevenzione in ogni dipartimento.

In Haut-Rhin e Bas-Rhin, il Fondo nazionale di solidarietà per l’autonomia, la Comunità europea dell’Alsazia, l’Agenzia sanitaria regionale, Carsat Alsace Moselle, MSA (Previdenza sociale agricola) d’Alsazia e Agirc-Arcco riuniscono.

Attività fisiche adattate

Oltre ai dispositivi digitali, la rete offre un ampio catalogo di attività fisiche adatte agli anziani nei due dipartimenti alsaziani. “I gadget tecnologici fanno parte del nostro cruscotto di prevenzione sanitaria, ma le attività fisiche rimangono le più richieste dalle persone interessate”, conferma Yannick Lobstein, direttore del servizio di Amaelles per le misure preventive nell’Alto Reno.

Nel 2022, la Personal Assistance Network ha ricevuto circa 270.000 euro dalla Funders Conference. Questo importo ha permesso di coprire 1.500 partecipanti ad attività nell’Alto Reno e nel Basso Reno. La struttura spera di ottenere nuovi finanziamenti per continuare le misure di prevenzione nel 2023.