Attualità EVIDENZA

Addio ad un tabù: la Corte Costituzionale dà il via libera al doppio cognome

La consulta ha deciso. Da oggi si avrà il via libera al cognome della madre per i figli, nati nell’ambito del matrimonio. La Consulta difatti ha dichiarato incostituzionale l’automatica attribuzione del cognome paterno, prevista dalla norma attuale, quando i genitori hanno la volontà di fare una scelta diversa.

In una nota, la Consulta dichiara:

“La Corte costituzionale ha accolto oggi la questione di legittimità costituzionale sollevata dalla Corte di appello di Genova sul cognome del figlio. La Corte ha dichiarato l’illegittimità della norma che prevede l’automatica attribuzione del cognome paterno al figlio legittimo, in presenza di una diversa volontà dei genitori”.

Come è arrivata la problematica in consulta?

Tutto è nato dal ricorso di una coppia italo-brasiliana residente a Genova, che ha richiesto di poter registrare il proprio figlio con il doppio cognome. Questa cosa è nata anche dalla doppia cittadinanza del bambino, poiché in Brasile è registrato con doppio cognome, in Italia invece solo con quello paterno. Ma la richiesta è stata respinta per quella norma implicita, secondo la quale ai figli nati nel matrimonio va attribuito soltanto il cognome paterno.

Ora sarà necessario attendere il deposito della sentenza, relatore il giudice Giuliano Amato, per capire quali siano le motivazioni della Corte alla base della decisione presa oggi.

 

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi