Dicembre 7, 2021

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Zemmour sta pianificando il suo primo incontro di campagna a dicembre

“Stiamo pensando di tenere il primo incontro della campagna a dicembre”, ha detto il suo entourage, che ha menzionato diverse sale per questo incontro pubblico, come Zenith a Parigi, che ha una capienza di quasi 7.000 posti a sedere.

Un’altra fonte vicina a Eric Zemmour conferma che il probabile candidato per l’Eliseo sarà allo Zenit il 5 dicembre, mentre il Partito Repubblicano dovrebbe tenere la sua convention, che nominerà il suo candidato presidenziale, dall’1 al 4 dicembre.

Tuttavia, l’annuncio della candidatura stessa non avverrà durante l’incontro, ma prima, secondo questa fonte vicina.

Per quanto riguarda la forma che avrebbe preso l’annuncio della nomina, Eric Zemmour ha auspicato che fosse “efficace, rilevante e di impatto sufficiente da consentire a milioni e milioni di persone di capire cosa intendo” e “fare”, durante un punto stampa venerdì a Bordeaux, dove doveva tenere una conferenza la sera.

Alla data di questo annuncio, ha detto, i media saranno “avvertiti fra non molto”.

Il presunto candidato, che mercoledì è stato chiamato a comparire in tribunale per fare osservazioni nei confronti dei minori non accompagnati, dovrà recarsi a Londra il 19 e 20 novembre, a Ginevra dal 24 al 25, e a Marsiglia, senza assemblea, il 26 anche. Solo a Strasburgo il 3 dicembre.

Il polemista di estrema destra ha spiegato che la Quinta Repubblica era una “quasi monarchia” e che l’elezione presidenziale era “un uomo che si presenta al popolo senza partito e chiede al popolo: ‘Mi vuoi? Come re repubblicano ‘”.

“Vorrei essere un re repubblicano se mi presentassi”, ha detto, spiegando di essere circondato da “una squadra formidabile, di altissimo livello intellettuale, (…) che auguro a tutti i candidati”.

READ  Un'auto si precipita alla parata di Natale, molti morti e almeno 20 feriti, arrestato un sospetto

Sulla candidata GOP Marine Le Pen, che segue o precede nei sondaggi, ha detto che “lei è i gatti, io sono i libri” e che vuole “restituire il voto sulla legge agli elettori della Nazionale Partito.”

Infine ha paragonato il dibattito tra i candidati LR di lunedì a un “incontro di Alcolisti Anonimi che ci ha spiegato come si sarebbero sbarazzati dell’alcol tranne che sono responsabili del livello di alcol nel sangue”.

In serata, il presunto candidato ha tenuto un discorso incentrato sull’economia davanti a circa 1.300 sostenitori riuniti nel Palazzo dei Congressi – 800 persone non sono potute entrare e sono rimaste fuori.

Circa 150 persone hanno manifestato contemporaneamente a circa un chilometro di distanza per opporsi alla Conferenza di Majadil.

Il quotidiano Sud-Ouest non ha ricevuto l’accredito per la conferenza, ma era presente sul punto della stampa, poiché la sua copertura della conferenza di Zemmour a Biarritz il 26 ottobre “non è stata gradita”, ha detto. Lo ha detto all’Afp Jean-Pierre Dorian, direttore del giornale.