Novembre 27, 2021

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Wall Street non è preoccupata per le fughe di notizie su Facebook. Mark Zuckerberg lo fa.

Il valore di mercato di Facebook è buono. Ma di recente Una marea di notizie negative su Facebook È apparso per la prima volta sul Wall Street Journal – How the Company’s Products Influenzare la salute mentale degli utenti Ecco com’è Contribuito alla polarizzazione politica nella struttura 6 gennaio Rivolte al Campidoglio – Il CEO Mark Zuckerberg frustrato.

Durante la chiamata sugli utili trimestrali della società lunedì, Zuckerberg ha espresso un tono notevolmente negativo che differiva dal suo comportamento pubblico generalmente equivalente, citando recensioni e critiche su Facebook.

“Le critiche in buona fede ci aiutano a migliorare, ma la mia opinione è che vediamo uno sforzo concertato per selezionare i documenti trapelati e dipingere un’immagine falsa della nostra azienda”, ha affermato Zuckerberg. Incoraggiamo, in modo da poter fare progressi su molte questioni complesse che non sono solo nostro.”

Va notato che Facebook funziona meglio dal punto di vista finanziario. La società si è dichiarata per lo più forte Guadagno trimestrale Anche se questo è il primo rapporto da quando Apple lo ha lanciato lunedì Modifiche alla privacy ad aprile Ciò potrebbe aver limitato gravemente l’attività pubblicitaria di Facebook. E nonostante tutti i rapporti sul potenziale danno sociale dei suoi prodotti, i prezzi delle azioni di Facebook sono in aumento. Quindi il fatto che Zuckerberg abbia trascorso i primi minuti dei suoi 10 minuti di introduzione alla chiamata per difendere l’integrità morale della sua azienda sembra aver reso queste dichiarazioni ancora peggiori.

I commenti di Zuckerberg sollevano anche la questione di come vede il ruolo della stampa nel fornire al pubblico notizie sulla sua azienda.

READ  Vincitore dell'epopea italiana Sony Golfrelli Parigi-Roubaix

Il “tentativo integrato” di far trapelare i documenti interni di Facebook citati da Zuckerberg è trapelato. Apparentemente indicando l’esistenza di una federazione segnalante Più di 17 agenzie di stampa, tra cui l’Associated Press, l’Atlantic e il New York Times, hanno iniziato a pubblicare articoli lo scorso fine settimana. La federazione è stata istituita per condividere migliaia di file trapelati dall’ex dipendente di Facebook Frances Hazen (che si è unita alla federazione lunedì). La federazione iniziale ha stabilito un tempo concordato per pubblicare le proprie storie, noto come “divieto”, una pratica mediatica comune che le pubbliche relazioni di Facebook utilizzano abitualmente per i rilasci di prodotti e altri comunicati stampa. Facebook precedentemente pubblicato a Segnalazione pubblica che attacca la federazione segnalante Prima che uscissero gli articoli.

Lunedì, in una richiesta di entrate, Zuckerberg ha affermato che “non cambierà le dinamiche dei media sottostanti” e invece ha raddoppiato continuando a creare nuovi prodotti per gli utenti di Facebook.

Più e più volte, ha definito Facebook il “leader del settore” nella riduzione dei contenuti dannosi sui suoi siti. Ha inoltre indicato i metodi esistenti per la società per condividere con il pubblico istantanee delle sue operazioni interne, come le dichiarazioni di trasparenza autosomministrate, l’archivio pubblicitario, Consiglio di Sorveglianza, E prevede di condividere dati interni selezionati con ricercatori esterni che studiano questioni come la polarizzazione politica e la disinformazione sulla piattaforma.

“Speriamo che i nostri sistemi siano più efficaci nel ridurre i contenuti dannosi [social media] Industria. Penso che qualsiasi resoconto onesto di come abbiamo gestito questi problemi dovrebbe includerlo “, ha detto Zuckerberg.

Quello che non ha menzionato è quanti metodi di quella trasparenza sono stati criticati come inadeguati da rispettabili autorità esterne. Anche Facebook Il Consiglio di Sorveglianza ha incolpato l’azienda Trattenere informazioni importanti; Ad aprile, il consiglio ha dichiarato che Facebook “Non del tutto arrivato” “Non fornendo informazioni pertinenti e complete in alcuni casi” e ha chiesto maggiore trasparenza all’azienda. E gli accademici esistono da molto tempo È stato segnalato che Facebook è troppo lento e ha dati limitati da condividere per la ricerca esterna., Il che renderebbe inutili le partnership accademiche di Facebook per ricerche urgenti su argomenti avvincenti come i post sui social media su Covid-19.

READ  Il villaggio italiano si insedia nel Place to Market di Firenze

C’è un punto in cui Zuckerberg afferma che Facebook ha sviluppato una cultura aperta per i suoi ricercatori interni di livello mondiale per analizzare i problemi più complessi dell’azienda. Ora sembra rammaricarsi che Hogan abbia condiviso queste scoperte con il pubblico. Sebbene ciò non preoccupi investitori, analisti e azionisti, poiché Facebook è ancora un’attività altamente redditizia, i commenti di Zuckerberg sui guadagni di lunedì indicano quanto queste perdite abbiano scosso la società. I fondi di Facebook potrebbero essere ancora sotto il controllo di Zuckerberg, ma la sua morale no.