Giugno 21, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Russi, ucraini e americani… Chi ha sabotato i gasdotti Nord Stream un anno fa?

Russi, ucraini e americani… Chi ha sabotato i gasdotti Nord Stream un anno fa?

Polarità nel Mar Baltico: un anno dopo l’esplosione del gasdotto, il sabotaggio del Nord Stream rimane un enigma.

Sono ancora in corso diverse indagini per identificare i responsabili. Tutto questo in un contesto molto delicato a causa della guerra in Ucraina.

Esplosioni seriali

Il 26 settembre 2022 si sono verificate quattro imponenti fughe di gas al largo dell’isola danese di Bornholm e delle coste della Svezia meridionale: sono state precedute da esplosioni sottomarine avvenute a poche ore di distanza l’una dall’altra sui Nord Stream 1 e 2, i due grandi gasdotti sottomarini che collegano la Russia alla Germania , che trasportava la maggior parte del gas russo in Europa.

Chi l’ha fatto? I russi? Ucraini? Americani? Il britannico? Chi trae vantaggio dalla criminalità? Nel contesto della guerra in Ucraina, è difficile sapere chi trae vantaggio da questo crimine. Le accuse volano in tutte le direzioni.

Attualmente il gas non passa più attraverso il Nord Stream 1 perché la Russia ha chiuso i rubinetti agli europei che sostengono l’Ucraina. Per quanto riguarda Nord Stream 2, non è stato ancora completato e non è ancora entrato in servizio.

Ora, un anno dopo, nessuna delle tre indagini legali avviate separatamente da Germania, Svezia e Danimarca ha avuto successo.

L’Ucraina condanna l’attacco terroristico russo, Vladimir Putin si riferisce agli “anglosassoni”, Joe Biden è arrabbiato, Anche i russi

Per gli svedesi,La premessa principale è che il paese è sottosviluppato“Sabotaggio… questo è ciò che ha detto il procuratore generale svedese Mats Ljungqvist nell’aprile 2023, aggiungendo che i suoi autori ne erano a conoscenza.”È molto positivo che lascino tracceLa Procura è fiduciosa di arrivare ad una conclusione entro il 2024.

READ  “Una catastrofe che poteva essere evitata”: Netanyahu è ritenuto responsabile della tragedia avvenuta prima del 7 ottobre

In Germania la Procura è cauta, sottolineando che “Al momento non è possibile fornire dati attendibili“Sull’identità degli autori dei reati e sui loro moventi, e non”Per quanto riguarda la questione del sostegno statale“.

Tracce in tutte le direzioni

Non sono solo i tribunali a occuparsi della questione, ma anche i media. Lanciano campagne di ricostruzione, alcune con droni sottomarini, contattano esperti e persino ex agenti segreti e riferiscono sulle rotte che portano da Varsavia alla Crimea attraverso la Moldavia.

All’inizio di marzo, il New York Times ha confermato, sulla base delle informazioni ottenute dall’intelligence statunitense, che “Gruppo filoucraino“Sarà fonte di sabotaggio, ma senza la partecipazione del presidente ucraino Volodymyr Zelenskyj.

Nel frattempo, la procura tedesca ha annunciato che stavano indagando su un’imbarcazione sospettata di trasportare esplosivi. Media tedeschi compresi il tempo et al Lardo È stato rivelato il 7 marzo che porta all’Ucraina. scorsoI media tedeschi Spiegel e ZDF noleggeranno una barca a vela di 15 metri, “Andromeda”, per ricostruire il viaggio che avrebbe dovuto essere effettuato da un equipaggio ucraino di cinque uomini e una donna dal porto tedesco di Rostock alla costa di Bornholm.