Novembre 30, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

OCP ha collaborato con l’italiana Bedeschi per immagazzinare 300.000 tonnellate di attrezzature

Nella sua spinta ad espandere la sua portata a livello internazionale, OCP ha stipulato un accordo che vedrà lo studio di ingegneria italiano Bedeschi diventare il partner di gestione del gruppo per un nuovo progetto. Lo stoccaggio sarà assegnato a Pedesky con una capacità totale di 300.000 tonnellate di attrezzature.

Questa iniziativa si inserisce nel quadro della politica del gruppo, che è quella di espandere le proprie partnership in tutto il mondo per rafforzare la propria presenza e fornire la propria esperienza nel settore dei fertilizzanti.
OCP fa appello all’esperienza di Beesky per dotare “tre nuove strutture di stoccaggio automatizzate”, secondo affermazioni consolidate sul nuovo accordo.

UN Rapporto Le unità di stoccaggio automatizzate includono due per i fertilizzanti e una per lo zolfo, ha annunciato Bedeski. La capacità di stoccaggio totale è stimata in 300.000 tonnellate di attrezzature.
La nuova attrezzatura sarà installata presso il complesso chimico Phosboucra, a 30 km da Laayoune.

Il nuovo progetto è di importanza strategica per lo sviluppo dell’asse industriale denominato “Asse Sud”. Movimentazione di attrezzature per lo stoccaggio di zolfo all’importazione e distribuzione di attrezzature per lo stoccaggio di fertilizzanti all’esportazione. Nello specifico, l’azienda fornirà, tra gli altri, 3 gocciolatori, 3 rigeneratori e 6 nastri trasportatori con una capacità di 2000 t/h.
L’attrezzatura già fornita a OCP per lo stabilimento di Jorf Losfer in Marocco è simile a quella raffigurata.
Le attrezzature, in particolare le attrezzature per la movimentazione dello zolfo all’importazione e per lo stoccaggio del fertilizzante all’esportazione, saranno ubicate nel complesso di Phosbucraa vicino a Laayoune.
L’attrezzatura include retriever, nastri trasportatori e tripper.