Febbraio 2, 2023

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Neve in pianura stasera e lunedì: cosa aspettarsi?

Il freddo si assesta nei due terzi settentrionali, grazie ai venti deboli che soffiano da est. Il continente europeo è freddo e coperto di neve. Il nostro Paese sta subendo in parte gli effetti di questa prima offensiva invernale. Non solo il calo della temperatura sta accelerando, ma i primi fiocchi di neve sorvolano la pianura questo fine settimana fino a lunedì. Non aspettarti paesaggi completamente bianchi, a parte le montagne, ma si notano alcuni irrigatori.

Umidità e freddo un cocktail invernale di neve

Il contesto meteorologico è favorevole ad alcune di queste nevicate fine settimana, perché stiamo assistendo a una combinazione di due fattori: il freddo dell’emisfero settentrionale e le turbolenze cariche di aria umida e temperata proveniente dal Mar Mediterraneo. Questo conflitto di masse d’aria provoca qualche debole nevicata alle quote più basse, e localmente in pianura

Questa domenica: alcuni fiocchi di neve nel nord-ovest

E così, questa domenica, sono stati osservati alcuni fiocchi di neve nel nord-ovest e nel centro-ovest del paese. A causa delle temperature positive, questa neve non si attacca al suolo. Sulle Birch Hills si può osservare una polvere molto leggera, senza alcun effetto aggravante sul traffico.

Da domenica a lunedì sera e lunedì mattina, un po’ di neve in pianura al nord-est

Questa notte, neve leggera si alzerà dal Grand-Est all’Hauts-de-France fino alla Normandia. Potranno schizzare il terreno delle colline dell’Artois, del Bray Country e dell’altopiano della Lorena, senza aggravamento, ma poiché sarà la prima neve della stagione, dovrai stare attento sulle strade questa notte e lunedì mattina sopra le suddette aree, soggette ad alcuni fenomeni scivolosi.

READ  Le gilde CHU hanno lanciato l'allarme

Le condizioni potrebbero diventare particolarmente impegnative localmente stanotte e lunedì mattina nell’Hauts-de-France e nelle Ardenne a causa delle temperature prossime allo 0°C, con il rischio di formazione di ghiaccio al suolo.