Maggio 22, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Le forze dell’ordine stanno evacuando gli attivisti filo-palestinesi

Le forze dell’ordine stanno evacuando gli attivisti filo-palestinesi

” data-script=”https://static.lefigaro.fr/widget-video/short-ttl/video/index.js” >

“Una cinquantina di studenti erano ancora presenti nell’edificio di rue Saint-Guillaume” quando la polizia è entrata nell’edificio. Il governo francese avverte che “la fermezza era e rimarrà totale”.

Venerdì la polizia ha iniziato l’intervento nella scuola Sciences Po di Parigi per evacuare decine di attivisti filo-palestinesi che avevano occupato l’edificio scolastico dal giorno precedente.

Secondo uno studente di Sciences Po che ha parlato alla stampa, “Una cinquantina di studenti erano ancora presenti nell’edificio di rue Saint-Guillaume.” Quando la polizia è entrata nell’edificio, dopo una settimana di mobilitazione tesa a Sciences Po Paris.

Gli edifici principali del Sciences Po di Parigi sono stati chiusi venerdì mattina, per decisione dell’amministrazione dopo una nuova occupazione da parte di alcune decine di studenti che avevano manifestato per Gaza, e la polizia ha chiuso la strada. Lo ha annunciato il Comitato Palestinese, che ha tenuto una conferenza stampa nella tarda mattinata “Rifiutarsi di accontentarsi” Proposto dalla direzione di Sciences Po Paris.

“Al-Hazm era e rimarrà completo”.

“Al-Hazm era e rimarrà completo”.Matignon ha detto venerdì. “Per quanto riguarda la situazione nelle istituzioni, alcune di esse possono essere risolte attraverso il dialogo. Per gli altri le richieste sono arrivate dai rettori universitari e la polizia è immediatamente intervenuta. Questa decisione sta dando i suoi frutti: ieri sono stati evacuati 23 siti problematici.La stessa fonte, aggiungendo al sito Sciences Po Paris, ha indicato che Gabriel Attal “Richiesta di intervento su richiesta del direttore ad interim”.

Fin dal primo mattino la polizia ha chiuso la strada. “Una risposta di sicurezza sproporzionata”Apprezzato dai due studenti del Comitato Palestina, che rimpiangono anche loro l’assenza“Aiuto medico” Con i sette studenti che il giorno prima avevano iniziato lo sciopero della fame.

READ  La Russia scava e chiede alla Norvegia milioni di euro in cambio dell'ingresso di 42 renne nel suo territorio - Business AM

Le attività studentesche a sostegno di Gaza si svolgono principalmente presso le istituzioni Sciences Po in tutta la Francia, ma alcune all’interno delle università. Negli Stati Uniti una quarantina di campus universitari stanno assistendo ad un’ondata di mobilitazione, con forti interventi della polizia.

” data-script=”https://static.lefigaro.fr/widget-video/short-ttl/video/index.js” >