Marzo 3, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

In Danimarca, 9.500 cervelli umani sono conservati in una controversa banca

In Danimarca, 9.500 cervelli umani sono conservati in una controversa banca

A perdita d’occhio, secchi di plastica bianca, numerati, sono riposti su scaffali alti. In secchi, immersi in un bagno di formalina, 9.479 talee.

Questa collezione unica, conservata oggi a Odense (Danimarca), è l’eredità di quasi quattro decenni di raccolta di pazienti con malattie mentali, come la schizofrenia o la demenza, morti negli ospedali danesi nella seconda metà del ventesimo secolo.H un secolo.

Iscriviti gratuitamente alla newsletter quotidiana di Slate.fr e non perdere mai più un articolo!

Sostengo

Questi cervelli sono stati rimossi senza il consenso del paziente o dei suoi parenti, il che ha sollevato molte questioni etiche che minacciavano tale conservazione. Per comprendere le sfide del gruppo di ricerca, La BBC si è incontrata Scienziati responsabili della banca.

Cervelli raccolti per i posteri

Bisogna risalire al 1945 per risalire alle origini della banca del cervello.spiega Martin Wehrenfelt Nielsen, patologo e direttore del gruppo. Subito dopo la seconda guerra mondiale riprese la ricerca sulla psichiatria della vendetta e un team di ricercatori ad Aarhus creò il Istituto di patologia cerebrale.

“A quel tempo, gli ospedali psichiatrici non avevano nulla a che fare con gli ospedali di oggi”.afferma Thomas Erslev, storico della scienza e della medicina. “I pazienti sono stati ricoverati e sono rimasti in ospedale per gran parte della loro vita”.

Quando i pazienti muoiono, le autopsie sono regolari, se non sistematiche. “A causa dello stigma di queste malattie negli anni ’40 e negli anni ’60, era normale che i pazienti non avessero più contatti con i propri cari”. Tuttavia, non è comune che sia richiesto il consenso della famiglia per qualsiasi trattamento medico. “E certamente non quando si tratta di problemi di salute mentale!”aggiunge Knud Christiansen, ex presidente dell’Associazione danese per la salute mentale.

READ  Voici votre horoscope de ce lundi 25 aprile 2022: amour, argent, travail, santé…

Non abbiamo posto fine alla collezione fino al 1982. Da allora, la sua storia ha ossessionato gli studiosi, che hanno ripetutamente dibattuto se conservare la collezione o eliminarla. Nel 2017, dopo che l’ospedale si è trasferito da Aarhus, le autorità hanno finalmente deciso di mantenere la banca a favore della ricerca, riconoscendo che il precedente metodo di riscossione era molto problematico.

Il gruppo è ora a Odense. Rimane uno strumento prezioso per gli scienziati perché questi cervelli, molti dei quali soffrono di demenza o schizofrenia, così come di altre malattie, non sono stati influenzati dalla medicina moderna. Permette inoltre di studiare l’effetto delle moderne cure per l’Alzheimer sulle cellule, rispetto alle cellule “vergini” di qualsiasi farmaco risalente agli anni ’40.

I cervelli immersi in formalina rimanevano ancora in condizioni inferiori rispetto a quelli raccolti di recente e conservati in un congelatore a -80 °C.