Agosto 17, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Il processore anti-spreco Phenix internazionalizza ed esporta il suo competitor italiano MyFoody

Rima per chi è ancora scettico A cominciare da un impatto positivo E più crescita è molto possibile. Nella migliore delle ipotesi, dopo il successo di questi giovani germogli Poi il mercato Dove Collettivo Vestiaire, Altri seguono questo, Come la Fenice . Proviene da una giovane organizzazione parigina che organizza la lotta allo spreco alimentare Acquista il suo rivale italiano MyFoody per 3 milioni di euro, consentendo di fare il primo passo nel lancio europeo, avendo già lanciato la sua applicazione che collega distributori e consumatori in Spagna, Portogallo e Belgio.

“Questa acquisizione ci ha aiutato a ottenere due anni per entrare in Italia, il terzo da quando abbiamo iniziato sette anni fa”, ha detto. Jean Morrow, co-fondatore e CEO di Phenix. Esistono molti programmi contro i rifiuti in tutta Europa e in base alla nostra età e alle nostre dimensioni accettiamo il nostro ruolo di coordinatori del mercato. Alcune delle discussioni sono molto attive al momento, soprattutto perché i prossimi due paesi che vogliono avviare una start-up si sono rapidamente infiltrati, con la Germania inizialmente nel Regno Unito.

Nel 2021 si avvicinano i 15 milioni di euro

Basato sul piano di acquisizione di MyFoody Legge BNP Paribas per l’impatto , Una forma di prestito partecipativo incentivante che prevede un periodo di grazia di quattro anni per il primo rimborso. “Il trasloco è avvenuto solo in contanti, il che ha permesso alle squadre italiane di passare ad altri progetti e non ci ha diluito”, osserva l’imprenditore. Phenix acquisisce così una base utenti da un lato e accordi di configurazione dall’altro, con due distributori: Lidl e Coop. MyFoody lavora con 450 negozi partner, vendendo tra i 150 ei 200 euro al giorno.

La mossa consentirà a Phenix di consolidare i risultati di MyFoody con il fatturato nella seconda parte dell’anno, avvicinandosi ai ப 15 milioni inizialmente previsti. La start-up afferma che il numero di prodotti spediti dal suo processore ha già superato i 100 milioni di euro. Risparmia 120.000 pasti ogni giorno .

Questa strategia di conquista europea è diversa dal suo principale concorrente (molto a buon punto) Ha colpito gli Stati Uniti , Probabilmente richiederà una nuova raccolta fondi. Jean More crede che tornerà tra gli investitori tra sei mesi: “Non siamo sotto pressione sui flussi di cassa a breve termine, ma per favorire la crescita esterna, dovremo intraprendere un altro round di finanziamento. La buona notizia è che dubito dell’investimento Impatto Molto energico. “

Apertura a prodotti non alimentari

Gli stock che circondano lo spreco alimentare sono davvero enormi e attraggono fondi di capitale di rischio che cercano di “ecologizzare” il loro portafoglio. L’Europa produce 88 milioni di tonnellate di cibo sprecato ogni anno, che equivalgono a 170 milioni di tonnellate di CO2. Phenix dimostra che questi rifiuti rappresentano un costo economico significativo, nell’ordine di 3 143 miliardi utilizzati tra la produzione e la distribuzione di questi prodotti.

Se avesse fatto del cibo il suo vessillo, la start-up francese non vorrebbe fermarsi qui. Si sta già preparando per il prossimo passo della sua impressionante crescita offrendo altri prodotti di consumo quotidiano come l’igiene e la bellezza.

READ  EURO 2021: La Belgique, battue par le collectif italian, pre la porte en quarts de finale - Foot international