Marzo 1, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Il mistero delle vittime femminili nel muro del teschio azteco in Messico-Tenoctitlan

Il mistero delle vittime femminili nel muro del teschio azteco in Messico-Tenoctitlan

Nel 2015, quando nel sito di Mexico-Tenochtitlan, l’antica capitale dell’impero azteco, è stato scoperto un muro di teschi, la ricerca ha potuto fare passi da gigante per quanto riguarda questo particolare elemento architettonico. ciò che si sa b Huei Tzompantlie., corrisponde in archeologia a una palizzata di legno in cui venivano trafitti teschi umani. Ma chi si è sacrificato e perché? Dal 2015 sono emerse nuove ipotesi in merito.

Con la scoperta nel 2015 di una parete cranica nel sito dell’antica capitale azteca, gli archeologi hanno potuto iniziare a lavorarci per cercare di comprendere le ragioni della loro esistenza. Prima della scoperta del vero Huei Tzompantli in archeologia, come è avvenuto qui, conoscevamo queste straordinarie rappresentazioni solo attraverso rotoli illustrati e bassorilievi che rappresentano teschi. Pertanto, la scoperta di un vero muro cranico è stata un’opportunità, da un lato, per dimostrare la pratica e, dall’altro, per considerarla nella ricerca. UN Collegamento dell’archeologo Raul Barrera Rodriguez Fornisce nuove prove.

Costruito tra il 1486 e il 1502

Lo Tzompantli, scavato nel 2015, si è rivelato una struttura costruita in più fasi e di grandi dimensioni, sia in altezza che in lunghezza. All’interno dei molteplici teschi trovati ci sono teschi di giovani uomini, donne e bambini. Quali ulteriori domande sull’esistenza di donne e bambini all’interno di queste mura private. La presenza di giovani uomini conferma l’ipotesi dei sacrifici di guerrieri nemici, si tratta di capire perché troviamo persone di sesso biologico opposto e individui più giovani.

La vita come cibo per gli dei

Spesso, quando si parla al grande pubblico della società azteca, la pratica sacrificale è una delle caratteristiche di questi popoli. È un fatto spiegato nella costruzione sociale e religiosa. Il sacrificio, quindi, è un atto benefico per tutti gli esseri viventi nella loro relazione con gli dei che cercano. Grazie alle fonti storiche, sappiamo che i guerrieri prigionieri venivano sacrificati mediante cardiotomia, cioè l’estrazione del cuore, e i loro corpi venivano gettati sui gradini della piramide. Ma la pittura dell’omicidio nella società azteca variava a seconda dei sacrifici e delle divinità a cui erano rivolti, e naturalmente dei miti. In Messico-Tenochtitlan, l’area del Templo Mayor era riservata alle pratiche rituali. Allora il sacrificio era una pratica religiosa e di calendario oltre che una pratica politica.

READ  Il tuo oroscopo di domenica 10 dicembre 2023: amore, denaro, lavoro, salute..

Perché abbiamo trovato donne se sacrifichiamo guerrieri?

Sulla base delle fonti testuali, è difficile affermare che le donne fossero guerriere nella società azteca e quindi potessero essere attribuite a guerrieri maschi che furono catturati e sacrificati. Tuttavia, altri elementi possono essere presi in considerazione. Infatti, nel pensiero azteco, dove si trova il mondo sotterraneo, ci sono due tipi di morte nello stesso luogo: guerrieri morti in combattimento e donne morte di parto. Pertanto, la via della morte determina in quale strato degli inferi si troverà il defunto secondo la sua fine. Quanto alla presenza di donne guerriere, se quest’ultima non viene chiarita, non è esclusa la possibilità di vedere donne in combattimento, in quanto i resoconti dei combattimenti contro i colonizzatori spagnoli testimoniano che anche le donne imbracciarono le armi per difendere le loro città. Le donne rappresentano il 38% dei teschi in Egitto Huei Tzompantli Dal Messico – Tenochtitlan.

Una nuova ipotesi legata a una grande leggenda

Per spiegare la presenza delle donne in Huei Tzompantliallora considerato un costrutto che potesse rappresentare simbolicamente un episodio mitico, la lotta tra Dio del sole Huitzilopochtli E sua sorella, la luna kuyulksahki È considerato. Quindi, il dio del sole Huitzilopochtli Rappresenta i valori dei guerrieri e di sua sorella kuyulksahki Anche. Se i due dei combattono, è semplicemente perché la dea kuyulksahki Crede che sua madre sia stata infedele il giorno in cui quest’ultima è stata concepita nel suo grembo Huitzilopochtli. Infuriata, quindi prepara una trappola con gli altri suoi fratelli per decapitarla. Da questo assassinio di Dio Huitzilopochtli È uscito dal suo stomaco e ha ucciso tutti i suoi fratelli e sorelle, quindi è uscito il sole e l’oscurità è scomparsa. IL Huei Tzompantli Potrebbe essere una rappresentazione di questo mito fondatore del popolo azteco.

READ  Antimicrobico: uccide più HIV/AIDS o malaria

Quando verranno scoperti altri edifici di questo tipo, la ricerca potrà poi proseguire e supportare le ipotesi. O, al contrario, confutarli.