Novembre 27, 2021

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Il ministro della Sanità austriaco invita Dominic Thiem a vaccinarsi

Il ministro della Sanità austriaco Dominic Thiem, numero 9 del mondo e vincitore degli US Open 2020, ha chiesto mercoledì una vaccinazione contro il COVID-19, poiché il tema della vaccinazione è al centro della scena nel tennis mondiale.

All’inizio di ottobre, il 28enne, fuori dal ring per un infortunio al polso destro da metà agosto, ha chiarito che stava aspettando il prodotto della casa farmaceutica statunitense Novavax, che utilizza una tecnologia diversa da quella . utilizzato negli attuali vaccini. Tuttavia, ha specificato che avrebbe scelto uno dei vaccini già approvati se non avesse avuto altra scelta.

Il ministro Wolfgang Mokstein, un medico, ha commentato su un media austriaco che i cosiddetti vaccini convenzionali “inattivati” potrebbero non essere disponibili fino al 2022 e “non vi è alcuna indicazione che abbiano alcun vantaggio rispetto ai vaccini attuali”. E ha messo in guardia sui pericoli del “Covid lungo”, compresi i giovani e gli atleti, con sintomi di stanchezza, diminuzione della concentrazione, dolori muscolari e problemi respiratori.

“Abbiamo anche pazienti che hanno appena 30 anni in terapia intensiva”, ha insistito, mentre l’Austria sta affrontando un forte aumento dei tassi di infezione. Il politico ha anche scritto a Tim giovedì per offrirgli un incontro per “cancellare i suoi dubbi”.

Niente vaccino, niente Australian Open

Il tema della vaccinazione è al centro delle discussioni nel mondo del tennis in vista dei prossimi Australian Open, tra tre mesi a Melbourne (17-30 gennaio). Mercoledì, le autorità australiane hanno ripetuto di chiudere la porta a potenziali eccezioni che consentirebbero ai giocatori non vaccinati di prendere parte al primo grande torneo della stagione.

READ  Evento astronomico storico in arrivo in Quebec

Il nazionale tedesco del Bayern Monaco, Joshua Kimmich, ha suscitato forti reazioni nel mondo del calcio, oltre che in politica in Germania, annunciando la sua scelta di non farsi vaccinare. Con solo il 63,8% della sua popolazione completamente inoculata, l’Austria, uno dei paesi più ricchi del mondo, sta lottando per impressionare i refrattari.