Febbraio 25, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Gli operatori sanitari si uniscono per espandere l’accesso alle cure

Gli operatori sanitari si uniscono per espandere l’accesso alle cure

Di base
I professionisti hanno deciso di lavorare insieme presso il centro sanitario di Villefranche con la firma di una comunità sanitaria professionale regionale. È stata realizzata un'ulteriore struttura con l'obiettivo di ampliare l'accesso alle cure alla maggior parte del territorio.

Presso il Centro sanitario di Villefranche (PoSaVi), il coordinamento avviene tra gli operatori sanitari. L'obiettivo: coprire la maggior parte dei territori e adattarsi ad essi raddoppiando i mezzi.

Per questo motivo è stata recentemente firmata la seconda Comunità Sanitaria Professionale Regionale (CPTS) del Dipartimento insieme al Fondo di Assicurazione Sanitaria Primaria (CPAM) dell'Aveyron e all'Agenzia Sanitaria Regionale (ARS) dell'Occitania.

Questo progetto, che riunisce 205 operatori sanitari, di cui attualmente 110 membri, e un totale di 43 comuni, vede la luce dopo due anni di lavoro.

“Il CPTS è un modo per essere più forti”

“Andiamo più veloci da soli, ma insieme andiamo più lontano. Grazie alla volontà dei professionisti, possiamo compensare le differenze nelle risorse mediche nell'Aveyron. Il CPTS è un modo per essere più forti e anticipare le cose attraverso il coordinamento. La sfida è distribuire il lavoro e assicurarsi che i pazienti siano assistiti nel posto giusto e al momento giusto.”“, spiega Benjamin Arnal, amministratore delegato di ARS.

Sviluppare procedure educative, di esame e di vaccinazione, migliorare l’accoglienza degli studenti e dei tirocinanti, identificare i pazienti che non hanno un medico curante e organizzare il loro accesso ad un medico curante come priorità… Gli operatori sanitari, attraverso l’iniziativa di questo gruppo, stanno impegnata a facilitare l’accesso alle cure, organizzare i percorsi dei pazienti, attuare misure di prevenzione e coordinarsi per migliorare la qualità delle cure, prendersi cura, sostenere quotidianamente gli operatori sanitari e intervenire in caso di crisi sanitaria.

READ  La psychologie positive présentée au premier Rendez-vous de la santé mentale

“All'Aveyron abbiamo già una cultura della comunicazione, che facilita la creazione di CPTS. La crisi sanitaria ha rafforzato la necessità di lavorare insieme.”Continua Benjamin Arnall. Mentre il primo CPTS Nord Aveyron è stato firmato nel 2020, due progetti – il terzo CPTS Sud e il quarto Centre Aveyron – sono in cantiere e dovrebbero essere firmati nel 2024.