Agosto 13, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Francia: il governo sta preparando la mente delle persone a un “possibile” taglio del gas russo

“Prepariamoci per un taglio totale del gas russo, oggi è l’opzione più probabile”, ha detto il numero due del governo francese, Bruno Le Maire.

“Devi metterti nello scenario peggiore, perché esiste. Il ministro dell’Energia di transizione Agnes Pannier-Runacher ha aggiunto lunedì in un’intervista al quotidiano Le Figaro: “In qualsiasi momento, la Russia può interrompere completamente le consegne di gas”.

Sulle forniture, “potremmo vedere tensioni sul gas quest’inverno”, ha avvertito sabato il primo ministro Elizabeth Borne durante un incontro con la stampa.

“Di fronte a questo pericolo, stiamo agendo diversificando le nostre fonti di approvvigionamento di gas, aumentando le nostre capacità attraverso il progetto del terminale galleggiante di GNL di Le Havre e accelerando lo stoccaggio”, ha spiegato la signora Pannier-Runacher.

In particolare, il governo ha chiesto che le capacità nazionali di stoccaggio del gas siano riempite “quasi al 100%” entro l’inizio dell’autunno.

La signora Bourne ha dichiarato sabato: “In termini di elettricità, di solito, secondo le previsioni dell’EDF, dovremmo avere una produzione maggiore poiché i dodici reattori (su 56) che sono attualmente chiusi a causa della corrosione verranno riavviati.

Ma in caso di esaurimento dell’elettricità, il governo si prepara all’inverno con una serie di misure volte a dare priorità alle famiglie e ad alcune industrie.

“Ovviamente stiamo mantenendo le case e (…) non tagliando le fabbriche o i trasporti pubblici”, ha detto in dettaglio la signora Bourne sabato.

“Dobbiamo metterci sul campo di battaglia ora sull’organizzazione, imporre l’onere, sobri, ridurre i consumi… Ora dobbiamo prendere decisioni”, ha detto il ministro dell’Economia.

– ‘Distribuisci lo sforzo -‘

Pertanto, ad alcuni siti industriali potrebbe essere chiesto di “rallentare il consumo di energia, o addirittura di interrompere il consumo di energia per un certo periodo”, ha spiegato Le Maire, precisando che “è assolutamente impossibile”. Per alcuni siti, per non rompere lo strumento industriale.

READ  La ricetta della salsa segreta del gigante dell'asta veloce: ecco come vincerla!

Di fronte al rischio che Vladimir Putin interrompa il rubinetto del gas dall’Europa, Bruno Le Maire ha dichiarato in un’intervista a LCI a margine degli incontri di Aix: “È una scelta credibile”, dobbiamo “anticiparne le conseguenze”.

“Dobbiamo distribuire gli sforzi tra dipartimenti, privati ​​e aziende”, ha spiegato Bruno Le Maire, in Francia che si dice in una posizione “più favorevole” rispetto ai suoi vicini.

Il governo ha avviato tre gruppi di lavoro per migliorare la sofisticazione energetica nella gestione, nelle imprese e nelle istituzioni aperte al pubblico. L’obiettivo è sviluppare una roadmap per ridurre i consumi energetici del 10% in due anni rispetto al 2019.

“La sobrietà è un cambiamento completo nel nostro comportamento, per tenerci al caldo, per muoverci e per produrre. Questa è la chiave per non cadere nelle mani di un nemico geopolitico”, ha affermato il ministro per la transizione energetica.

“È questione di diversi mesi, ma (deve) anche portarci a prendere un certo numero di decisioni di investimento e mostrare immaginazione”, ha affermato Bruno Le Maire di LCI.

I pericoli della carenza di energia non si fermano ai confini francesi: mercoledì il presidente della Commissione europea ha invitato i 27 Stati membri dell’Unione europea a “prepararsi a nuove interruzioni delle forniture di gas, o addirittura a una chiusura completa delle forniture di gas parte della Russia”.