Febbraio 3, 2023

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Estradizione dell’attivista italiano Vincenzo Vecchi rimandato in appello

Un nuovo capitolo della telenovela legale tra Francia e Italia segue un attivista italiano rifugiatosi in Francia e condannato a una dura pena detentiva nel suo paese per violenze durante il vertice del G8 di Genova del 2001. Martedì la Corte di Cassazione ha ribaltato. 29 novembre, decisione che rifiuta l’estradizione di Vincenzo Vecchi in Italia e rinvia il caso a una nuova corte d’appello.

A novembre 2020, la pena principale per cui è stato condannato Vincenzo Vecchi, “catastrofe e devastazione e rapina”, non ha equivalenti in Francia.

Dall’arresto dell’attivista anticapitalista in Bretagna nell’agosto 2019, il crimine ha concentrato le critiche sulla sua difesa e sui suoi sostenitori. Introdotto nel codice penale italiano sotto Mussolini, ha permesso di sopprimere pene detentive da otto a quindici anni. “complice” Una semplice partecipazione a un grave disturbo dell’ordine pubblico “organizzare”.

Leggi di più Vincenzo Vecchi era un criminale che l’Italia rivendicava alla Francia

Stato di doppia incriminazione

La Corte di Cassazione, ascoltando un ricorso del Procuratore Generale di Angers dopo aver rifiutato di consegnare Vincenzo Vecchi alle autorità italiane, ha chiesto un’interpretazione alla Corte di Giustizia dell’Unione Europea (CGUE) sulla clausola della doppia incriminabilità. Nella sua sentenza di luglio, la CGUE ha ritenuto che non vi fosse alcun requisito “Vestibilità perfetta” Tra i reati nello Stato membro che ha emesso il mandato d’arresto e lo Stato membro che lo ha eseguito, la Francia non può quindi opporsi alla consegna di Vincenzo Vecchi all’Italia.

“L’interpretazione data dalla CGUE ad una disposizione derivante dal diritto dell’Unione è vincolante per i giudici degli Stati membri dell’Unione europea”, ricorda in un comunicato la Corte di Cassazione. Di conseguenza, l’Alta Corte di giustizia della magistratura francese ha annullato la decisione della Corte d’appello di Goubals e ha rinviato il processo alla Corte d’appello di Lione.

READ  "Mi sento molto francese pur essendo italiano": Marco Verratti vuole richiedere la cittadinanza francese

La corte d’appello di Rennes ha ordinato il suo rilascio a metà novembre 2019 Un attivista anti-globalizzazione detto dalle autorità italiane. L’aveva notato “abuso” Un mandato d’arresto europeo relativo alla sua condanna per eventi durante il vertice del G8 del 2001 a Genova. Una decisione è stata annullata dalla Corte di Cassazione.

Vincenzo Vecchi è stato arrestato in base a due mandati di cattura europei: uno per fatti a Genova e un altro per una condanna a seguito di una manifestazione del 2006 contro l’estrema destra a Milano.

leggi di più: L’articolo è riservato ai nostri abbonati “Nel caso di Vincenzo Vecchi, il nostro ultimo palazzo per la tutela delle libertà pubbliche è il tribunale”.

Il mondo con AFP