Maggio 24, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

È un peccato, come qualsiasi atto sessuale al di fuori del matrimonio.

È un peccato, come qualsiasi atto sessuale al di fuori del matrimonio.

Durante un’intervista di mercoledì, il papa ha affermato che essere gay “non è un crimine”. “Questo non è un crimine. Sì, ma è un peccato”, ha detto, aggiungendo: “Anche la mancanza di gentilezza verso gli altri è un peccato”.

In una lettera al pastore americano James Martin, il papa ha osservato che questi recenti commenti sull’omosessualità avevano lo scopo di “sottolineare che la criminalizzazione non è né buona né giusta”. Questo messaggio è stato una risposta a una risposta di James Martin, che ha chiesto chiarimenti in seguito alle osservazioni fatte mercoledì con l’Associated Press.

“Direi che tutti quelli che vogliono criminalizzare l’omosessualità hanno torto”, ha scritto Francis nella lettera, scritta in spagnolo e pubblicata sul sito Catholic LGBT Outreach, il cui editore è James Martin.

Francis sottolinea che i suoi commenti sul peccato erano un riferimento agli insegnamenti morali all’interno della Chiesa cattolica. “Quando dico che è un peccato, mi riferisco solo all’insegnamento morale cattolico, che afferma che qualsiasi atto sessuale al di fuori del matrimonio è un peccato”.

“Certo”, aggiunge, “bisogna sempre tener conto delle circostanze che possono ridurre o eliminare l’errore”. Vedi, stavo ripetendo una cosa generica. Avrei dovuto dire: ‘È un peccato, come qualsiasi atto sessuale al di fuori del matrimonio'”.

I commenti arrivano a pochi giorni dal viaggio del papa in Africa, Repubblica Democratica del Congo e Sud Sudan, dove l’omosessualità è comunemente criminalizzata.

La questione dell’omosessualità ha causato una grande divisione nella Chiesa cattolica tra modernisti e conservatori. Francesco ha generato polemiche da quando è stato nominato papa nel 2013 con la sua posizione relativamente liberale sull’orientamento sessuale.

READ  La catena di supermercati chiede ai propri clienti di prestare particolare attenzione!

Sebbene Francesco abbia spesso salutato gli omosessuali e detto che dovrebbero essere accolti nella chiesa, non si discosta dalla linea dell’insegnamento cattolico sul matrimonio, definito come l’unione tra un uomo e una donna con lo scopo della procreazione.

In una lettera del 2021 a James Martin, il papa ha ringraziato il sacerdote per il suo lavoro con le persone LGBT, sottolineando la natura inclusiva del cattolicesimo e scrivendo che Dio “ama ciascuno dei suoi figli”. Pochi mesi fa il Vaticano ha ribadito di considerare l’omosessualità un “peccato” e che gli omosessuali non possono accettare il sacramento del matrimonio.