Maggio 23, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

E se ti pagassimo per viaggi che non hai fatto?

E se ti pagassimo per viaggi che non hai fatto?

80 euro al mese: questo è il prezzo positivo

Certo, non basta stare a casa per ricevere questi soldi. Devi prima iscriverti al programma anti-affollamento. Poi il capoluogo verificherà se sei in queste condizioni, cioè fai regolarmente i pendolari nelle ore di punta sulle autostrade A1 e A23. Questa fase di verifica dura diversi mesi e funziona con telecamere per il riconoscimento delle targhe. Infine, se sei uno dei 5.000 selezionati, verrai pagato fino a 2€ per viaggio evitato, fino a un massimo di 80€ al mese, da settembre 2023 a giugno 2024.

Per questo, i partecipanti dovranno effettivamente cambiare le loro abitudini. La modifica degli orari, il telelavoro, il carpooling o l’utilizzo dei mezzi pubblici sono alternative accettabili. Non si tratta quindi di modificare semplicemente l’itinerario: saranno richiesti documenti comprovanti il ​​cambiamento di comportamento.

Quindi, piuttosto che tassare l’uso dell’auto nelle ore di punta, stiamo toccando i portafogli degli automobilisti in un altro modo: riempiendoli.

L’obiettivo è ridurre del 6% il traffico veicolare.spiega Sebastien Lebretre, sindaco di La Madeleine e vicepresidente della città europea di Lille.Se rimuoviamo 750 veicoli tra le 7:00 e le 9:00 e tra le 16:30 e le 18:30, continueremo a subire rallentamenti, ma non più ingorghi.

READ  La "super bolla" scoppia all'orizzonte, avverte questo leggendario investitore di Investing.com