Aprile 24, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

“Dobbiamo fermarli fisicamente”: ecco le soluzioni dell'esperto per tenere lontane dalle strade le persone che hanno smarrito la patente

“Dobbiamo fermarli fisicamente”: ecco le soluzioni dell'esperto per tenere lontane dalle strade le persone che hanno smarrito la patente

Benoît Godart dell'Istituto Vias è stato nostro ospite martedì sera su Bel RTL. Frédéric Delfos ha parlato al microfono del tragico incidente avvenuto domenica nelle Fiandre che ha coinvolto una persona a cui è stata ritirata la patente. Secondo lui, per evitare il ripetersi di questo tipo di situazione, non basta cancellare la targa, “questa non è una soluzione miracolosa”.

Una visita medica per mantenere la patente è una buona procedura?

Se riguarda tutti gli automobilisti sì, perché no. Abbiamo già conducenti giovani, 25 anni, ad esempio, con problemi di vista. Perché non controllare ogni x anni se sei ancora qualificato per guidare. Devi sapere che rinnovare una nuova patente oggi è una formula puramente amministrativa.

Si può immaginare che quando ti rechi al tuo dipartimento per rinnovare la patente, fornisci un certificato di un medico che attesti che sei ancora idoneo alla guida.

Allora possiamo chiederti un test?

Non chiedete un test, ma chiedete piuttosto un certificato che attesti che avete visitato il vostro medico, terapista, ecc. e che lui o lei certifichi che siete idonei a guidare. Penso che tutti vadano dal medico almeno una volta all'anno ed è ora di chiedere il certificato di idoneità alla guida. Non cambierà molto.

Abbiamo pensato agli anziani con questa procedura. Ma in realtà non sono loro le persone più vulnerabili agli incidenti…

Affatto. Le persone anziane hanno quattro volte meno probabilità di avere un incidente grave rispetto ai giovani conducenti. Infatti, in due decessi su tre, gli anziani sono pedoni e ciclisti. In altre parole, nel traffico sono più pericolosi di quanto non siano in realtà.

Imporre un'età entro la quale devono ritirare la patente e non al resto della popolazione è ingiustificato. In termini di sicurezza stradale, non ha senso.

READ  La notorietà d'Angela Merkel écornée par l'invasion russe de l'Ucraina
-->

Da ieri si parla di questo incidente nelle Fiandre, che ha coinvolto un uomo che ha perso la patente. Un uomo di 45 anni guidava la sua auto sotto l'effetto dell'alcol e ha investito un gruppo di ciclisti. Due persone sono morte e altre tre sono rimaste gravemente ferite. Oggi non controlliamo quando abbiamo perso la patente? Possiamo assicurare l'auto, possiamo immatricolare l'auto?

È vero che si tratta di una lacuna. Se invece la targa viene rimossa tutti i membri della famiglia vengono puniti. Anche la moglie o il figlio di questa persona potrebbero essere inclini a guidare. Possiamo considerare di cancellare la targa, ma ciò non gli impedirà, ad esempio, di prendere un'altra macchina. Questa non è necessariamente una soluzione miracolosa.

Qual è la soluzione per chi è privato del diritto di guidare?

Ci sono tre cose: in primo luogo, la licenza avanzata consente loro di essere identificati il ​​più rapidamente possibile durante il volo in ritardo, quindi le cose andranno molto più velocemente.

In secondo luogo, anche le sentenze alternative hanno impatti molto maggiori, perché vediamo che il rischio di recidiva è ridotto del 50% per chi le segue rispetto alle sentenze tradizionali.

E infine, quella che chiamiamo istruzione LOCK. Cos'è questo? È un database europeo che elenca tutti i permessi in Europa. Quindi, quando sali in macchina, ci sarà una connessione tra l'auto e questo database che conferma che hai una patente valida e l'auto non si avvierà se non hai una patente valida. Dalla licenza.

Questo può essere fatto come se avessimo ricevuto il nostro CovidSafeTicket durante la pandemia, dovremmo scansionare il codice QR?

READ  Francia: appel à la prudence, des cervidés circulent en «état d'ébriété» en Normandie

Sì, è così, è lo stesso principio. E già in Francia hanno fatto un ulteriore passo avanti, togliendo la licenza. Ciò significa che è stato verificato che è possibile presentare il proprio smartphone al posto della patente. Questo è un passo in questa direzione.

Magari poter guidare la propria auto previa verifica della patente, sarebbe questa una delle soluzioni che verrebbero imposte a queste persone?

Questa sarebbe la soluzione più logica, perché dobbiamo davvero impedire loro fisicamente di guidare, e queste persone non hanno altro rimedio se non quello di rispettare le regole di base, quindi se non glielo impediamo fisicamente, sarà difficile controllarle da sole.