Luglio 1, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Denis ha firmato per la prima vittoria italiana

Pubblicato:

Reggio Emilia (Italia) (AFP) – Alberto Daines (DSM) ha vinto l’undicesima tappa del Giro nello sprint di mercoledì a Reggio Emilia e ha firmato per la sua prima vittoria italiana dall’inizio della gara.

Denis, che deve ancora vincere un giro d’Italia, è caduto dal colombiano Fernando Gaviria e da un altro italiano, Simone Consoni.

Il francese Arnaud Demare, che ha vinto i due sprint precedenti, è arrivato quarto.

La maglia rosa del leader dello spagnolo Juan Pedro Lopez (Trek) soffia senza difficoltà il caldo e il vento in rilievo dopo questa tappa di 203 km.

Tuttavia, Richard Carabas dell’Ecuador, con 3 secondi bonus nello sprint intermedio, è arrivato secondo nella classifica provvisoria, secondo solo al portoghese Joao Almeida, 12 secondi dietro Lopez.

Il Giro ha perso contro l’eritreo Pinium Girmain, vincitore del 10° posto, prima di lasciare Santaconcelo di Romagna. Il primo pilota di colore africano a vincere una tappa in un tour importante è stato ferito all’occhio sinistro dal tappo di una bottiglia di Prosecco durante la fase cerimoniale martedì.

Mercoledì, quando la temperatura ha raggiunto i 30 gradi, Peloton ha corso per lo più insieme, ad eccezione di due corridori (Rustelli, Taglioni) che si sono staccati poco dopo mezzo punto all’uscita da Bologna.

A 58 chilometri dalla fine, il belga Trice de Bond ha lanciato un attacco in solitaria che si è concluso a 1.300 metri dalla linea.

Nella confezione finale, DeMarre ha condotto un lungo sprint ed è stato superato da Caviar, che è stato superato da Denise, che ha sfruttato appieno la scia.

READ  Cinque giorni ora italiana

Il 24enne italiano ha ottenuto la sua terza vittoria in carriera. L’anno scorso è arrivato secondo nella tappa Vulta, accanto all’olandese Fabio Jakopson.

Giovedì il 12° livello, il tratto più lungo del Giro, ha attraversato una catena di oltre 204 chilometri di Appennino dalla Birmania a Genova. Sebbene gli ultimi 30 chilometri siano pianeggianti, ha tre salite elencate favorevoli per gli avventurieri.