Luglio 20, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Cosa succede al motore Puretech di una Peugeot, Opel o Citroen? Diverse migliaia di clienti insoddisfatti minacciano il gruppo automobilistico

Cosa succede al motore Puretech di una Peugeot, Opel o Citroen?  Diverse migliaia di clienti insoddisfatti minacciano il gruppo automobilistico

In questione: il design del motore stesso. Per ridurre l’attrito interno, la cinghia di distribuzione è lubrificata con olio motore. Questa è una scelta saggia dai punti di vista di cui sopra, ma può causare un consumo eccessivo di olio, un’usura prematura della cinghia e, nel peggiore dei casi, la rottura della cinghia con conseguente guasto del motore.

Promemoria e orecchie da mercante

Il motore è stato già oggetto di una campagna di richiamo su larga scala nel 2020, in relazione a modelli diversi come Peugeot 208, 308 e 3008, Citroen C3, C4 Cactus, Berlingo e la famiglia Picasso a volume unico. Rebelote dicembre 2022 Citroën ammette a malincuore che c’è un problema ricorrente con questo motore.

Tuttavia, l’organizzazione attualmente rifiuta di risarcire adeguatamente le vittime; Secondo i denuncianti, il servizio post-vendita ricorre al controllo dell’età dell’auto o alla sua manutenzione fuori rete. Questo è ciò che sostengono 14.500 membri nel momento in cui scriviamo nel gruppo Facebook “PSA 1.2l Puretech Problems”. Un gruppo creato dall’avvocato dell’Ordine degli avvocati di Parigi, professor Christophe Legouevakis, che ha lanciato anche un’azione collettiva sulla piattaforma MyLeo per “Negoziare un serio sostegno con Stellantis e, in caso contrario, preparare un ricorso legale. Invita quindi i clienti interessati a registrarsi sulla piattaforma entro il 31 dicembre, e spera di trovare una soluzione con il gruppo nel primo trimestre del 2024. In caso di fallimento, non esclude di ottenere un risarcimento attraverso la via della giustizia. Quello di Lèguevaques non è il suo primo tentativo, poiché era già all’origine di “motorgate”, una sintesi di prove contro Renault-Nissan sui problemi dei motori 1.2 TCE dal 2012 al 2016.

READ  Scooter a Bruxelles: la regione stringe le viti e limiterà il numero di macchine a 8.000 nel 2024, contro le oltre 20.000 attuali

La tua auto è interessata?

Secondo la rivista specializzata Argus, i modelli in questione sono Citroën C3, C3 Picasso, C4, C4 Cactus, C4 Picasso, C4 Spacetourer e Berlingo. DS3 Crossback, DS4 e DS7 Crossback; Peugeot 208, 308, 508, 2008, 3008, 5008, Partner e Rafter; E Opel Mokka, Crossland (X) e Grandland (X).