Attualità Cava de' Tirreni Cultura e Spettacolo EVIDENZA Salerno video

Colori per il sisma, parte l’asta per la Casa della Cultura ad Accumoli

Un’asta di opere contemporanee per costruire una “Casa della Cultura” ad Accumoli

Cosa succede quando l’arte incontra la solidarietà? E’ quello che si prefigge di scoprire e raggiungere il movimento Maric (Movimento Artistico per il Recupero delle Identità Culturali) pensato ed ideato dall’artista Vincenzo Vavuso che – in collaborazione con l’Associazione Giornalisti di Cava e Costa d’Amalfi “Lucio Barone” – ha organizzato per sabato 29 ottobre, presso i locali della Mediateca Marte di Corso Umberto I a Cava de’ Tirreni, “Colori per il Sisma” una mostra/asta a scopo benefico il cui ricavato (unito a quello delle iniziative analoghe che saranno organizzate nei prossimi mesi) verrà devoluto a favore del comune di Accumoli, con l’obiettivo specifico di costruire un contenitore dedicato all’arte e alla cultura in un territorio recentemente tormentato e devastato dal terremoto.

Quando la protesta diventa proposta

Le opere, i documenti e le iniziative che il Movimento di Vavuso produrrà e metterà in mostra avranno come filo conduttore la polemica contro l’indifferenza e l’ignoranza che, stando alle parole dell’artista, «sembrano avvolgere, in questi tempi, l’arte, la letteratura, la cultura e la promozione dei valori che esse possono esprimere. Per questi motivi – spiega Vavuso – le mie opere sono di forte impatto visivo per lanciare sì un segno di protesta, ma soprattutto per avanzare una proposta di rinascita per il futuro». Queste le basi dell’intera produzione artistica di Vavuso che, nella mattinata di ieri, presso l’aula Gemellaggi del Comune di Cava de’ Tirreni, ha presentato l’iniziativa di beneficenza.

Colori per il Sisma

Ed è proprio sul solco delle “proposte di rinascita per il futuro” che si inserisce l’idea di “Colori per il Sisma”. «Con la cultura si comincia a dare un barlume di speranza per uscire da una situazione negativa – spiega Imma Della Corte, vicepresidente dell’Associazione Giornalisti Cava-Amalfi “Lucio Barone” – Come associazione abbiamo sposato subito la causa contribuendo a quest’asta di beneficenza legata a una mostra per dare la possibilità a chi prenderà visione delle opere di conoscere e apprezzarne colori e idee».

«È un evento artistico che si concretizza nel sociale – ha aggiunto Mariarosaria Vitiello, consigliere provinciale e componente del comitato scientifico Maric –, l’arte recupera le proprie radici. Tra le prerogative dell’asta c’è la costruzione della Casa della Cultura ad Accumoli per diffondere l’arte all’interno di realtà distrutte dal terremoto: in questo modo daremo la possibilità ai giovani di superare il trauma attraverso la promozioni di attività creative ed artistiche».

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi