Aprile 18, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Clara Luscher mette in luce i pericolosi rapporti tra ricercatori e riviste scientifiche

Clara Luscher mette in luce i pericolosi rapporti tra ricercatori e riviste scientifiche
Puoi trovare tutti gli episodi della serie “Fraud Hunters” qui.

Loro e loro non hanno eguali nel fiutare materiale rubato, nello smascherare foto false, ecc. Detective, dilettanti o professionisti, i truffatori scientifici formano un piccolo club diversificato… TO Clara Luscher Non sentono di appartenere. Ricercatori come Elizabeth Beck svolgono un lavoro eccezionale nello scoprire violazioni dell’integritàaccoglie immediatamente il Dottore in Farmacia, Medico Ospedaliero presso l’Ospedale Universitario di Rennes. Ma il termine “cacciatore di truffe”, che si riferisce alla parte della polizia, anche se si tratta di un vigilante, mi sembra semplicistico e non riflette la necessità di un approccio positivo per promuovere le buone pratiche. »

E lo fa ogni giorno in due ambiti principali, l’acculturazione e la ricerca clinica. In qualità di metodologa, l’appassionata 39enne accompagna medici e altri professionisti dell’ospedale universitario dove lavora ai loro progetti di ricerca clinica. A monte, li aiuta a definire la questione scientifica, individuando il metodo dedicato e i mezzi necessari per ottenere risposte robuste e interpretabili; In definitiva, può guidarli nel processo di pubblicazione. Inoltre Clara Luscher investe nelle missioni locali Florian Nudoprofessore di cure nello stesso ospedale, per promuovere la scienza aperta, in particolare la condivisione dei dati.

Poi ci sono gli affari suoi. Dall’inizio dei suoi studi di farmacologia a Lione, era già stata contagiata dal virus della ricerca, cosa che l’ha spinta a svolgere parallelamente un normale sup bio, e poi una tesi scientifica in immuno-oncologia. Tuttavia, alla fine si specializza nella ricerca descrittiva, una specialità che ha fatto della ricerca stessa l’oggetto principale del suo studio. obbiettivo: “prendere l’altezza” Su come funziona la scienza. Rischio di cadere violentemente dalla sedia.

READ  Salute del cavallo: Iparfen

debolezze metodologiche

E questo è esattamente quello che gli è successo quando ha letto la prima pubblicazione del team IHU sulla valutazione dell’efficacia dell’idrossiclorochina (HCQ) contro il COVID-19. Siamo a marzo 2020, all’inizio della pandemia. Sconcertata dalle debolezze metodologiche di questo studio clinico con personale ridotto, che è stato accettato per la pubblicazione in meno di ventiquattr’ore, Clara Löscher, insieme ad altri, tenta di moderare l’eccitazione con argomentazioni razionali. Su Twitter (ora X), spieghi perché i risultati non possono essere utilizzati. Né in un modo né nell’altro. senza risultato. “Ci siamo resi conto che questo tipo di discussione non era udibile al grande pubblico, a causa dell’argomentazione di Didier Raoult sul potere, legata al prestigio della sua biografia e delle sue pubblicazioni”.Ti ricordi.

Ti resta il 59,74% di questo articolo da leggere. Quanto segue è riservato agli abbonati.