Cava de' Tirreni EVIDENZA Intervista Salerno video

Cava de’ Tirreni. Padre Luigi: “120mila visite entro dicembre”

Boom di visite per Cava de’ Tirreni, o meglio per il Santuario di San Francesco e Sant’Antonio che, come annunciato da Padre Luigi Petrone, entro la fine dell’anno avrà accolto 120mila pellegrini.

Un trend che comprende il solo periodo natalizio per numeri record, saranno infatti 2000 i pullman che il Santuario si prepara ad ospitare entro dicembre e, se la matematica non è un’opinione, ci si aspetta un’affluenza che va dai 100mila ai 120mila visitatori. “Il santuario è il cuore della città – afferma Padre Luigi Petrone – Parliamo di una tradizione lunga 5 secoli che portiamo avanti con grande forza”.

Fatto sta che, tornando all’aspetto prettamente turistico, il pienone non è ancora giunto al clou: ” Le persone che accogliamo provengono da tutta Italia e riusciamo anche grazie ad una grande programmazione ed oggi raccogliamo i frutti – poi spiega Fra Gigino – abbiamo dimostrato che facciamo cose grandi con semplicità”.

Infatti, stando ai numeri, solo domenica scorsa il Santuario ha ospitato 12mila fedeli: “Il pienone ancora deve arrivare, prevediamo 2mila pullman per tutto il periodo natalizio”.

Da qui alla stoccata: “Io una vergogna? Chi l’ha detto lo è lui stesso, certamente non posso dialogare con persone di bassa cultura, allora andate avanti che noi andiamo per fatti nostri – continua poi Fra Gigino – Il frate resta sempre. Gli altri possono dire tutto, ma la libertà non va confusa con libertinaggio. L’azione è di chi la fa non di chi la riceve”.

Massime che si aggiungono però ad una conferma, una volontà che Padre Luigi Petrone rende esplicitamente vera: “Ho scelto liberamente di andare via, vorrei fare qualcosa in più sia per l’ordine che per me stesso, mi piace lavorare – conclude poi Petrone – Il provinciale ha mi ha però detto di restare”.

Insomma una realtà da non perdere sia dal punto di vista spirituale, sia dal punto di vista artistico. In fondo Il Santuario stesso, accompagnato dal Villaggio di Santa Claus, dallo storico Presepe monumentale, i mercatini di natale, rappresentà sì il biglietto da visità, in quanto si pone alle porte della città, ma anche come luogo di ritrovo.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi