Campania Cava de' Tirreni

Cava de’ Tirreni: la sosta selvaggia si combatte con la tecnologia

sottovia

Tablet e stampanti portatili per contrastare la sosta selvaggia e il proliferare di parcheggiatori abusivi nei luoghi della movida.

A Cava de’ Tirreni l’Amministrazione fornisce di nuove strumentazioni gli ausiliari del traffico e gli operatori della Metellia Servizi impegnati nel controllo delle aree di sosta per redarguire e sanzionare quanti si ostinano a parcheggiare in maniera illecita.

Si muove in tale direzione la determina dirigenziale del sesto settore (Polizia Municipale) con la quale è stata disposta la fornitura di otto tablet e altrettante stampanti portatili agli operatori di Metellia e agli ausiliari del traffico per facilitare l’elevazione delle contravvenzioni di quanti, nonostante i solleciti e i continui ammonimenti che arrivano da Palazzo di Città, continuano a parcheggiare in divieto di sosta, in doppia fila, o addirittura negli stalli riservati alle persone con disabilità.

Le nuove strumentazioni, tablet e stampanti portatili, permetteranno una più facile rilevazione e comunicazione telematica delle infrazioni del codice della strada e permetterà agli operatori di svolgere l’attività di controllo e repressione mediante l’applicazione di metodologie tecnologicamente avanzate in forma digitalizzata, in linea con le norme che prevedono l’adeguamento delle pubbliche amministrazioni al codice dell’amministrazione digitale.

«La dotazione dei device in uno con il software di gestione dei processi contravvenzionali – si legge nella determina del VI settore – oltre a razionalizzare ed ottimizzare le procedure operative, consentirà agli agenti e agli ausiliari il costante collegamento in rete con le banche dati pubbliche e quelle a disposizione del Comando di Polizia Locale e della Metellia Servizi. Le procedure di stampa immediata degli atti da notificare al trasgressore, inoltre, avverrà mediante la dotazione di una stampante portatile con carta termica. Il tutto governato da apposito software integrativo con l’applicativo gestionale già in uso in grado di far confluire in tempo reale il flusso dei dati relativi agli accertamenti compiuti nel sistema informatico, evitando il passaggio relativo all’inserimento manuale dei dati rilevati dal materiale cartaceo. L’introduzione dell’accertamento delle sanzioni amministrative permetterà, infine, di ridurre i tempi di gestione delle attività di back-office dell’ufficio amministrativo di Polizia Municipale permettendo, inoltre, un migliore controllo sui servizi erogati».

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi