Campania Cava de' Tirreni EVIDENZA Politica Salerno video

Case abusive, Bonavitacola: “Serve un freno alle demolizioni”

“Serve un freno alle demolizioni e una pausa di riflessione degli Enti per evitare ingiustizie”.

Sono come un balsamo le parole del vice presidente della Regione Campania, Fulvio Bonavitacola per i tanti cittadini cavesi presenti oggi a palazzo di Città all’incontro pubblico tenutosi nell’aula consiliare.

Bonavitacola, che ha accolto l’invito dell’ex primo cittadino Luigi Gravagnuolo e dei consiglieri comunali di minoranza, Massimiliano Di Matteo e Vincenzo Lamberti, ha accettato di confrontarsi con i destinatari dei decreti ingiuntivi di abbattimento e ascoltare le loro ragioni.

“Occorre innanzitutto non fare di tutta l’erba un fascio – ha dichiarato con forza Bonavitacola- Ci sono abusi speculativi e abusi di necessità, alcuni indotti da mancata legislazione in materia protratta negli anni sui territori, le quali hanno generato situazioni fuori dalla legalità per necessità abitative”.

“Ora occorre un quadro unitario di intervento valido per tutta il territorio regionale. Per questo motivo la regione Campania si appresta a legiferare le linee guida in tema di “Misure di razionalizzazione e semplificazione”, che siano da supporto ai consigli comunali, per esprimersi sui casi di abuso edilizio presenti sul proprio territorio”.

Considerando, inoltre, i tempi brevi nei quali dovrebbe essere approvato anche in Senato il cosiddetto ddl Falanga, il vice Presidente della Regione assicura che “prenderemo iniziative con le altre Istituzioni per frenare le demolizioni già calendarizzate nei prossimi giorni, affinché non si creino ingiustizie”.

Nella nuova legge, da chiarire, non si parla né di condono edilizio, né di sanatoria, ma della necessità di distinguere tra “abusivismo di necessità” e “ abusivismo di speculazione”, fissando dei criteri precisi ai quali le le Procure si devono attenere per l’abbattimento.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi