Luglio 5, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Australian Open: il bulldozer italiano Berettini batte Monfils sfidando Nadal in semifinale

Il numero sette del mondo Matteo Bertini è passato alle semifinali della serie di tennis degli Australian Open 6-4, 6-4, 3-6, 3-6, 6-2, battendo il francese Gayle Monfils (20°). Rafael Nadal (5°) di Spagna.

“Che battaglia! Credevo di avercela nel 3° set, mi sono ritrovato nel 5° set… ma ho lottato, quindi sono così felice”, ha commentato Bertini. A 25 anni giocherà la sua prima metà nell’Australian Major da quando è arrivato 8° l’anno scorso.

Ha già giocato la finale del Grande Slam a Wimbledon la scorsa estate. Martedì, dai primi scambi, Bertini si è comportato come una palla schiacciante: più e più volte spaccava e frantumava, abbattendo finalmente il muro difensivo del Monfils.

Ma questo lavoro devastante, che sembrava essere durato solo tre set, è stato finalmente esteso a cinque. Perché Monfils, dopo aver atteso due set, ha approfittato della recessione di Ferretini e ha iniziato a mandare meno primi servizi ea fare più errori non forzati.

I francesi sono passati all’attacco e, con l’appoggio del pubblico, hanno ridato fiducia fino al pareggio in due set ovunque. Ma agli italiani piace combattere. Il diecienne che separa i due giocatori potrebbe aver completato il loro ruolo. Perché il round decisivo è stato unilaterale. E Bertini è diventato il primo italiano a raggiungere i quarti di finale agli Australian Open.

“È incredibile, ma spero che saremo entrambi domani”, ha detto mercoledì nei quarti di finale contro il suo connazionale Janick Chinner (10°) e Stephanos Tsitsipas (4°).

Bertini ha raggiunto almeno i quarti di finale delle ultime quattro major che ha giocato. Ma venerdì Natal in piedi dall’altra parte del web. Nel 2019 la Bertini si è fatta un nome raggiungendo le semifinali degli US Open.

READ  Dal 6 agosto entra in vigore l'Italian Health Pass: cosa significa?

È poi caduto contro Monfils – già in 5 set – in tre set contro il Natal nei quarti di finale. “Questa è l’unica volta che ho giocato contro di lui. Questa è la mia prima metà del Grande Slam”, ha detto Bertini, aggiungendo che ha esperienza e qualità di gioco.

“Martedì ha giocato anche cinque set (contro il canadese Denis Shapovalov, caporedattore). È più vecchio di me, ma ha più esperienza e titoli!”, ha sottolineato Berettini con un sorriso.