Agro Sarnese Nocerino EVIDENZA

Anche Castel San Giorgio chiede lo stato di calamità

Anche

La Prima Cittadina, Paola Lanzara: “Chiesto lo stato di calamità per Castel San Giorgio”. Intanto domani riapriranno le scuole.

Sono stati ultimati ieri i lavori di posizionamento dei massi in cemento armato lungo i circa trenta metri in cui il Solofrana ha rotto gli argini all’altezza di via Schiavone in località Fimiani.

I tecnici del comune hanno lavorato in sintonia con la direzione del Genio Civile di Salerno, confortati dalle previsioni meteo per le prossime ore.

Nella giornata di ieri, intanto, la giunta comunale, guidata dal sindaco Paola Lanzara, ha chiesto lo Stato di calamità naturale: desta, infatti, non poche preoccupazioni l’inquinamento dei suoli determinato dalle esondazione. La Prima cittadina si è detta intenzionata a chiedere all’ARPAC un’attenta analisi dei terreni e delle campagne interessate dal carico delle acque del Solofrana.

 

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi