Agosto 12, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Al-Qasimi incontra il suo inviato italiano e papa Francesco

AA / Baghdad

Nell’ambito della sua visita ufficiale in Italia, ha incontrato venerdì il primo ministro iracheno Mustafa al-Qasimi, il suo omologo italiano Mario Draghi e papa Francesco.

La presidenza del governo italiano ha dichiarato in una dichiarazione che Draghi e Al-Kazemy hanno avuto un incontro proficuo a Roma, durante il quale hanno discusso del rafforzamento delle relazioni storicamente amichevoli e di altre questioni disciplinari.

Draghi ha sottolineato che l’Italia continuerà a “combattere il terrorismo, risolvere le crisi e raggiungere stabilità e sviluppo sociale ed economico in Medio Oriente”.

Secondo il corrispondente dell’Agenzia per l’Anatolia, al-Qa’eda ha visitato il Vaticano, dove ha incontrato Papa Francesco nell’ambito di un (non meglio specificato) tour europeo iniziato martedì.

Secondo un comunicato vaticano, le due parti hanno discusso della storica visita in Iraq dello scorso marzo e della necessità di promuovere una cultura del dialogo per la stabilità e il processo di ricostruzione del Paese.

Durante l’incontro, al-Qasemi ha sottolineato la necessità di “integrare i cristiani iracheni e altre minoranze nelle loro terre come parte integrante della loro comunità”, secondo una dichiarazione dell’ufficio del primo ministro iracheno.

“Il governo sta ricostruendo vecchie chiese distrutte dalle bande terroristiche dell’Isis e, oltre ai suoi strenui sforzi per ricostruire la città a causa del suo significato storico, è in grado di accogliere rappresentanti cristiani”. ‘, spiega il rapporto.

“L’incontro ha esaminato le relazioni bilaterali, rafforzando la cooperazione e il coordinamento congiunto per facilitare il turismo e i gruppi religiosi a visitare la città storica”, afferma la nota.

L’antica città della provincia di The Garh, nel sud dell’Iraq, si prepara a ricevere 13.000 pellegrini cristiani durante il più grande pellegrinaggio cristiano della città.

READ  le paradox du pass sanitaire italiano

La città era la capitale dello stato sumero nel 2100 aC e il luogo di nascita del profeta Abramo nel 2000 aC.

Secondo la mitologia sumera, la città ospita il Jigurat archeologico (templi degli dei) e il tempio della dea Inanna (Ishtar), la dea della fertilità e dell’amore.

* Tradotto dall’arabo


Solo una parte della spedizione che l’Agenzia Anatolia distribuisce ai suoi abbonati attraverso il Sistema di distribuzione interna (HAS) è abbreviata sul sito di AA. Contattaci per iscriverti.