Febbraio 28, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Test – Il banchetto dei lupi di Goldorak: un adattamento anime di successo

Test – Il banchetto dei lupi di Goldorak: un adattamento anime di successo

Microids sta raddoppiando le sue modifiche di fine anno di successo. Dopo I Puffi 2, l’editore ci propone un adattamento della serie animata Goldrake.

Goldrake è un vero monumento alla cultura geek francese e non è mai stato adattato in un videogioco. Ciò avviene ormai da quando Microids ha affidato allo studio francese Endroad lo sviluppo di un gioco basato sul mondo di Goldrake. Nonostante tutte le intuizioni che possiamo avere riguardo questo progetto, dobbiamo ammettere che il risultato è piuttosto convincente.

I fan apprezzeranno il doppiaggio francese completo e la colonna sonora di eccellente qualità.

Perché in realtà Goldorak ha la reputazione di essere una di quelle licenze non adattabili nei videogiochi. Non è stato un esercizio facile, ma il piccolo studio Endroad lo ha gestito come un maestro. Prima di procedere con questa prova è opportuno valutare il mondo degli anime.

La storia esplora l’arco narrativo della Festa dei Lupi. Dopo aver assistito alla distruzione del suo pianeta, Duke Fleed, principe del pianeta Euphor, fuggì sulla Terra. Porta con sé una potente macchina da guerra chiamata Goldorak, che permetterà agli umani di difendersi dagli attacchi dei Vegas, creature giunte dalle frontiere dello spazio per costruire un impero.

La maggior parte delle sequenze del gioco consistono in sequenze “picchiali tutte”.

Se è vero che gli sviluppatori non hanno corso alcun rischio e non hanno approfondito troppo il mondo di gioco, bisogna ammettere che a livello narrativo questo adattamento è molto fedele al mondo dell’anime. Troviamo tutti gli eroi dell’anime, effetti sonori originali, doppiaggio completo e anche una colonna sonora identica al mondo di Goldrake. Si sta facendo di tutto per accontentare i tifosi. Il gioco ha successo a questo livello.

Dal punto di vista del gameplay, qui ci troviamo di fronte a un mix di generi. Goldorak si presenta soprattutto come un gioco picchiaduro, ma a volte propende verso i Souls, e non esita a raddoppiare le sequenze del gioco originale, sia che si tratti di un disco volante, nel qual caso il gioco si trasforma in un vero sparatutto in 2D. sollevato a forma di nave, consentendo di renderizzare sequenze di riprese 3D “su rotaia”, o a piedi, per aggiungere alcuni brevi elementi narrativi.

READ  gamescom 2022: nintendo non sarà a colonia - nintendo
Goldorak non esita a presentare molte sequenze di gioco molto diverse…

Questa combinazione di generi permette di offrire esperienze diverse e quindi di diversificare i piaceri. Perché se si fosse limitato a sopraffarli tutti, Goldorak avrebbe presto mostrato i suoi limiti. Bisogna però ammettere che anche superare da soli tutte le sequenze ha molto successo. Sentiamo tutta la potenza del nostro “guerriero” mentre schiaccia i suoi nemici utilizzando tutto l’arsenale a sua disposizione. Poiché questa è una caratteristica del gioco, alcuni nemici dovranno essere sconfitti concatenando insieme combo molto specifiche, costringendoti a concatenare attacchi diversi insieme. La difficoltà è che, soprattutto durante le battaglie contro i boss di grande successo, a volte assumono un aspetto simile a uno spirito.

L’Asterohache (pulsante Y) qui agisce come un attacco potente, il Clavicogyre è un attacco a distanza e il Retrolaser gli consente di congelare brevemente i nemici per aggirare le loro difese. Per sconfiggere gli avversari, dovrai mettere insieme gli attacchi base e queste diverse combo, a volte in un ordine molto specifico. Nota anche che la parata è molto importante qui perché sola ti permette di sfuggire a un colpo che potrebbe essere fatale per te.

Una delle piacevoli sorprese del gioco è che non si limita a mettere insieme missioni lineari. Ogni capitolo ci colloca in un piccolo mondo aperto in cui potremo svolgere missioni principali, raccogliere diversi materiali per migliorare il nostro equipaggiamento, svolgere missioni secondarie e raccogliere tutta una serie di oggetti collezionabili. Ed è un vero piacere scoprire ogni volta cosa ci riserva ogni nuova mappa… Noteremo anche che i materiali raccolti ci permetteranno di personalizzare il nostro mecha e migliorarne gli attacchi – un piccolo aspetto dei giochi di ruolo che non lo è neanche fastidioso.

READ  Rivelato il trailer di gioco di Gerda: A Flame in Winter di Don (t Nod).
Goldorak offre la sua parte di sessioni aeree.

Le sequenze aeree hanno un po’ meno successo, ma sono comunque divertenti da esplorare, se non altro per la sfida presentata e la varietà delle sequenze del gioco. Tuttavia, dovrebbero essere visti più come minigiochi che come la spina dorsale del gioco. . Le sequenze di riprese in 2D sono le più divertenti perché sono le più tecniche. Ricorda i classici di Cave, con una serie di inquadrature sullo schermo. Tuttavia, non aspettarti la stessa maestria. Le sequenze sceniche 3D si svolgono su “binari” come i Panzer Dragoon. Il giocatore muove semplicemente la sua nave a sinistra, a destra, su e giù per evitare i proiettili e spara a tutto ciò che si muove fino alla fine del livello.

Dove abbiamo maggiori difficoltà sono le poche sequenze narrative di Duke, che non apportano nulla tranne qualche dialogo. L’esplorazione è lenta, non ci sono sfide o sequenze d’azione, questi segmenti servono solo a “collegare” tra loro le altre sequenze di gioco, in maniera molto goffa. Per scegliere abbiamo preferito limitarci a pochi dialoghi.

Quindi sì, visivamente il gioco è ben lungi dallo schiaffeggiarci. La direzione artistica e alcune decorazioni discrete salvano la nave dall’affondamento, ma dobbiamo ammettere che non è il gioco a impressionarci. D’altra parte, la finitura è impeccabile. Quasi nessun bug da segnalare, una colonna sonora assolutamente straordinaria, doppiaggio francese di alta qualità e un’abbondanza di fan service… Goldrake: Feast of Wolves potrebbe non essere il gioco dell’anno, ma è comunque un adattamento anime di successo, e cosa no?Grande omaggio a questa serie.

Conclusione

Microids raggiunge l’impensabile offrendo un adattamento riuscito di Goldorak in un videogioco. Anche se il gioco non è visivamente impressionante, si distingue come eccellente intrattenimento con le sue diverse sequenze di gioco, i combattimenti intensi e il mondo estremamente ricco. I fan della serie animata possono stare tranquilli: questo adattamento è estremamente fedele al materiale originale e non esita a soddisfare il fandom nostalgico, con i suoi oggetti da collezione, una colonna sonora impeccabile e un set che rende War Machine la star costante dello spettacolo. . Nonostante il suo budget basso, Goldorak: Feast of Wolves si distingue come un ottimo intrattenimento, sia per i fan della serie animata che per quelli che non l’hanno mai toccata prima…

READ  I Galaxy Buds 2 Pro di Samsung sono scesi a € 159 grazie a un ODR di € 70

_
Segui Geco su Facebook, Youtube E Instagram per non perdere nessuna bella notizia, quiz e offerta.

Ricevi le nostre ultime notizie direttamente sul tuo WhatsApp iscrivendoti a Il nostro canale.

Goldorak: Festa dei Lupi

Amore :