Maggio 23, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Test della nonna 2023 | Leatt rinnova la sua collezione di scarpe per pedali flat

Test della nonna 2023 |  Leatt rinnova la sua collezione di scarpe per pedali flat

Due anni dopo essere entrato nel mercato delle scarpe da MTB, il marchio sudafricano Leatt sta sviluppando la sua gamma di scarpe basse, composta da quattro referenze. Tra il modello impermeabile, il Moz System e una nuova mescola di gomma sviluppata internamente per la suola, abbiamo avuto l’opportunità di fare qualche prova con le varie novità. Dal catalogo 2023 del brand:

Se Leatt è noto per la sua protezione, il brand sudafricano si è occupato di mascherine, tessuti e… scarpe! Abbiamo fatto il loro arrivo nel settore delle calzature, ed ora è il momento di fare il punto sulla collezione 2023 del brand.

È il designer del marchio che ci presenta personalmente i nuovi prodotti che compaiono quest’anno nel catalogo. “Le nostre preoccupazioni principali nello sviluppo di questi nuovi modelli sono a livello della suola, che si è completamente evoluta rispetto ai modelli precedenti, e anche a livello della mescola di gomma che volevamo.Migliore follow-up di vari feedback da parte di piloti e clienti Ci spiega.

Precedentemente a forma di padella per waffle (hanno una suola ruvida, come nella foto a sinistra), il design della suola è stato invertito e ora è costituito da piccoli triangoli individuali, come mostrato nella foto a destra. Questi hanno il vantaggio di potersi deformare separatamente, cosa che secondo il product manager” Riduce la rigidità della parte esterna della suola e quindi migliora l’ammortizzazione/comfort, ma fornisce anche una presa migliore “. Se la vecchia suola si chiama “impugnatura waffle“Per branding, questo nuovo schema è semplicemente chiamato”Waffle Grip Pro“.

Se il design della suola è sinonimo di evoluzione per il 2023, lo è anche la mescola di gomma.

Se il design della suola è sinonimo di evoluzione per il 2023, lo è anche la mescola di gomma. Il nostro intervistatore ci dice di più: Se la gomma offre buone proprietà di presa, d’altra parte è molto elastica e quindi si consuma molto velocemente. Per questo l’abbiamo combinato con altri composti polimerici per ottenere il compromesso perfetto. “Solo la prova sul campo ci permetterà di giudicare, e va bene così, abbiamo diverse coppie di test in redazione.

READ  TikTok includerà annunci nei risultati di ricerca

In attesa dei test completi, ecco una panoramica della gamma, oltre ad alcune prime impressioni sui modelli che abbiamo effettivamente avuto modo di guidare.

Spero che idRadry 7.0: piedi asciutti

Grande novità della collezione 2023, la Leatt HydraDri 7.0 è una scarpa impermeabile per pedali flat. Il product manager spiega la logica che ha portato il brand di Cape Town a immaginare questo binomio: “ Le scarpe invernali che offrono un’impermeabilità ottimale non dovrebbero essere solo per le persone che usano pedali automatici. Ecco perché abbiamo immaginato questo paio di HydraDri 7.0 Con suola piatta a pedale. »

Figurativamente, questo modello consisteva in una scarpa bassa più o meno tradizionale, alla quale era incollata una membrana impermeabile esterna, dotata di rinforzi a livello del tallone e della punta. Un’allacciatura rapida interna protegge il piede, mentre una cerniera idrorepellente è abbinata a una chiusura rapida sulla membrana esterna. Infine, come ti abbiamo mostrato sopra, è l’unico accreditato che rivisito “”Waffle Grip ProOltre alla nuova mescola di gommaRide Grip Proche equipaggia Leatt HydraDri 7.0.

Abbiamo avuto modo di indossare questo paio durante diverse uscite nelle ultime settimane (piuttosto umide in Belgio) e ora possiamo dirvi che la membrana HydraDri svolge alla perfezione il suo ruolo di impermeabilità. Tuttavia, va notato che queste scarpe sono destinate alle “cattive condizioni” piuttosto che alle scarpe “invernali” in senso stretto, in quanto non sono dotate di isolamento termico. Se i viaggi più freddi richiedono un paio di calzini in lana merino, queste pantofole traspiranti consentono una gamma più ampia di utilizzo tutto l’anno.

In campo, il nuovo design della suola Leatt HydraDri 7.0 garantisce un grip impeccabile.

La membrana esterna si adatta perfettamente, ma comodamente alla parte superiore della caviglia. Questa vestibilità aderente impedisce alle gocce d’acqua di passare tra la gamba e la scarpa. Per il resto, il nuovo design della suola Leatt HydraDri 7.0 garantisce un grip impeccabile. Li abbiamo testati su pedali di alta qualità (Hope F20) e su coppie facili da raggiungere (Crankbrothers Stamp 2), eppure la suola non ha mai avuto difetti, sempre con grip. Non c’è nulla di cui lamentarsi neanche in termini di comfort, poiché la scarpa rimane al suo posto e il sistema di tensionamento funziona. In termini di prezzo, l’HydraDri 7.0 viene proposta a 209 euro, un po’ alto per una scarpa con battistrada piatto, ma nella media per i modelli destinati alle cattive condizioni meteorologiche.

READ  Un continente perdu vieux d'au moins 50 millioni d'années vient d'être découvert

Leatt 3.0 Flat Pro: Comfort e adattabilità al millimetro

L’aspetto la dice lunga su Leatt 3.0 Pro, che è tagliato per un programma impegnato e sicuramente attraente. Hanno rinforzi simili all’HydraDri 7.0 che ti abbiamo appena presentato, ma con rinforzi aggiuntivi sul retro e sul lato della scarpa.

La Leatt 3.0 Pro è dotata di un sistema di serraggio chiamato “Moz” dal marchio. Si tratta di un’alternativa sviluppata dal marchio sudafricano in competizione con il noto sistema Boa. Leatt spiega che hanno reso un punto d’onore lo sviluppo di un prodotto durevole e, come Boa, forniscono anche tutte le parti.

« Per chi vuole risparmiare qualche grammo o fare a meno del Moz, nel catalogo del brand c’è anche la versione con lacci. Il product manager ci fa scivolare dentro. Per il resto, una piccola manica protegge la caviglia e impedisce a sassi o altri proiettili di entrare nella scarpa.

Per la HydraDri 7.0, la suola “WaffleGrip Pro” e la nuova mescola di gomma che equipaggia la Leatt 3.0 Pro ci hanno sedotto con successo durante le nostre prime uscite, con grip e comfort simili a quanto vi abbiamo detto prima. Per il modello impermeabile. Questo modello per gravità pratica nel livello di peso standard (810 grammi nella taglia 43) e offre un prezzo di 169 euro mentre la versione con lacci perde 20 euro. Metteremo la scarpa alla prova del tempo in modo da poterti dare una calzata di prova nelle prossime settimane.

Leatt 2.0 Flat: Semplicità migliorata

Più discreto con un look per tutti gli usi/urbano, il Leatt 2.0 è più accessibile pur mostrando le ultime innovazioni del marchio in termini di suola e gomma. Infatti questo modello proposto a 119€ è dotato di “Waffle Grip ProInoltre, la mescola di gomma.Ride Grip Pro“.

La Leatt 2.0 ha rinforzi nella zona della punta e nella parte posteriore della scarpa, mentre ” Il collo del piede è perforato per migliorare la circolazione dell’aria all’interno della scarpa “, spiega il designer. Non c’è una regolazione fine del livello di tensione come nella 3.0, solo nella versione stringata è disponibile questo modello 2.0.

Oltre ai colori classici (nero, rosso, giallo o anche beige), un’edizione limitata “Tommaso LemoineAppena svelato in collaborazione con il pilota di rampa di Marsiglia.Il motivo della colorazione è casuale, spiega Leatt, quindi ogni paio è in qualche modo unico.I colori “esotici” di Leatt 2.0 sono offerti allo stesso prezzo della versione classica, ovvero 119 € .

Come avrai capito, siamo rimasti piacevolmente sorpresi dalla nuova combinazione di design gomma/suola di Leatt durante le nostre prime uscite con queste diverse paia. Tuttavia, dobbiamo mettere questi commenti in prospettiva, in quanto sono solo prime impressioni che devono essere qualificate con un test più lungo. Non mancheremo di fornirvi un articolo che dettaglia la nostra opinione su ciascuna di queste coppie nelle prossime settimane.

Tutti i modelli sono ora disponibili presso i vari rivenditori del marchio.

per maggiori informazioni : https://leatt.com