Giugno 24, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

La ripresa degli aiuti americani a Gaza e Israele festeggia la restituzione degli ostaggi. Notizie dal conflitto in Medio Oriente, domenica 9 giugno – Liberazione

La ripresa degli aiuti americani a Gaza e Israele festeggia la restituzione degli ostaggi. Notizie dal conflitto in Medio Oriente, domenica 9 giugno – Liberazione
La guerra tra Hamas e Israelefile

La maggior parte delle informazioni sulla guerra tra Hamas e Israele domenica 9 giugno.

L’esercito israeliano continua i bombardamenti sulla Striscia di Gaza

Dopo nove mesi di guerra, domenica l’esercito israeliano continua i bombardamenti sulla Striscia palestinese. Quattro membri di una famiglia sono stati uccisi e altri feriti in un attacco aereo che ha colpito la loro casa nel quartiere di Al-Daraj a Gaza City, a nord dei territori palestinesi assediati, secondo quanto riferito dai paramedici dell’ospedale Al-Ahli, citato dall’Agence. France-Presse. . Nella Striscia di Gaza centrale, testimoni oculari hanno riferito anche di spari di elicotteri da combattimento a est del campo di Bureij e di bombardamenti di artiglieria a Deir al-Balah. Ci sono state segnalazioni di sparatorie anche a Rafah, nel sud.

Riprendono gli aiuti umanitari militari statunitensi

Le consegne di aiuti umanitari a Gaza sono riprese sabato sera attraverso il molo temporaneo americano. Quest’ultimo, entrato in servizio il 17 maggio, è stato danneggiato da un temporale il 29 maggio. L’esercito americano ha dichiarato di aver consegnato quasi 500 tonnellate di aiuti umanitari.indispensabile«A 2,4 milioni di persone che rischiano la carestia. D’altra parte, ha negato che questo ponte… “Le sue attrezzature, personale e strutture” – È stato utilizzato nelle operazioni di rilascio degli ostaggi. “L’area a sud di questa struttura è stata utilizzata dagli israeliani per garantire il ritorno degli ostaggi in Israele. Qualsiasi altra affermazione è errata.Lo ha confermato il centro di comando americano.

Gioia in Israele dopo la liberazione dei quattro ostaggi

Sabato sera migliaia di manifestanti sono scesi nelle strade di Tel Aviv, come ogni settimana, per chiedere l’approvazione del governo per restituire gli ostaggi in Israele. Ma sul grande schermo sono state trasmesse, tra gli applausi del pubblico, le immagini degli ostaggi liberati, mentre sventolavano numerose bandiere israeliane. Un piccolo gruppo che portava bandiere israeliane si è formato anche davanti all’ospedale dove si trovavano i quattro ostaggi liberati. Poco prima l’esercito aveva annunciato il rilascio nel corso di un’operazione militare”.complicato» A Nuseirat, nel centro della Striscia di Gaza, Noi Argamani, 26 anni, Almog Meir Gan, 22 anni, Andrei Kozlov, 27 anni, e Shlomi Ziv, 41 anni. I quattro sono stati rapiti dal movimento islamico palestinese Hamas il 7 ottobre sul luogo del Nova Electro Music Festival.

READ  Live - Guerra in Ucraina: missili russi uccidono almeno sei persone nella regione di Kharkiv

Hamas dice che 274 persone sono state uccise nell’operazione per liberare gli ostaggi israeliani

Domenica 9 giugno, il Ministero della Sanità del governo della Striscia di Gaza, guidato dal Movimento di resistenza islamica (Hamas), ha pubblicato il bilancio di 274 morti e 698 feriti nell’operazione di salvataggio dei quattro ostaggi israeliani avvenuta sabato. “Il nemico è riuscito a liberare alcuni dei suoi prigionieri, ma allo stesso tempo ne ha uccisi alcuni durante l’operazione”.Da parte sua, Abu Ubaida, portavoce dell’ala militare di Hamas, ha sottolineato. L’esercito israeliano la descrive come un’operazione “difficile”. Il portavoce dell’esercito israeliano Olivier Rafovich riconosce l’esistenza di vittime collaterali, ma attribuisce la responsabilità all’organizzazione islamica da lui accusata “Usare i civili come scudi umani”. Questo pomeriggio la polizia israeliana ha annunciato che uno dei suoi membri è stato ucciso durante l’operazione. Detto “comodo» Per quanto riguarda il rilascio degli ostaggi, la Relatrice speciale delle Nazioni Unite per i Territori palestinesi, Francesca Albanese, ha espresso il suo rammarico “Almeno 200 palestinesi sono stati uccisi, compresi bambini, e più di 400 altri sono rimasti feriti”.. Questa domenica continuano gli attacchi a Gaza. Secondo i paramedici dell’ospedale Al-Ahli, quattro membri di una famiglia sono stati uccisi e diversi altri sono rimasti feriti in un attacco aereo che ha colpito la loro casa nel quartiere di Al-Daraj a Gaza City, a nord dei territori palestinesi assediati. Ci sono state anche segnalazioni di sparatorie a est del campo di Bureij, Deir al-Balah e Rafah “Questo orrore deve finire”Lo ha confermato il segretario generale delle Nazioni Unite António Guterres. Secondo Hamas, il nuovo bilancio è di 37.084 persone uccise nella Striscia di Gaza negli ultimi otto mesi.

READ  La guerra in Ucraina: un aereo russo è stato distrutto in Bielorussia, secondo l'opposizione in esilio

La Colombia sospende le vendite di carbone a Israele

Il presidente colombiano Gustavo Petro ha annunciato sabato la prevista sospensione delle esportazioni di carbone dal suo Paese verso Israele finché continuerà la guerra nella Striscia di Gaza. Una decisione del Ministero del Commercio e dell’Industria prevede l’applicazione di questa procedura “Fino a quando le misure provvisorie ordinate dalla Corte internazionale di giustizia non saranno pienamente rispettate” (Corte di Giustizia Internazionale). Alla fine di maggio, la più alta corte delle Nazioni Unite ha ordinato la cessazione delle operazioni israeliane nella città di Rafah e che il valico di Rafah rimanesse aperto. “Varco di Rafah per consentire rifornimenti senza ostacoli” Aiuti umanitari e rilascio immediato degli ostaggi detenuti nella zona costiera assediata.

Migliaia di manifestanti filo-palestinesi si sono riuniti di nuovo

“Da Washington alla Palestina, noi siamo la linea rossa”.. Migliaia di manifestanti filo-palestinesi si sono riuniti sabato vicino alla Casa Bianca a Washington per esprimere la loro rabbia nei confronti di Joe Biden e delle sue politiche, che hanno descritto come troppo concilianti nei confronti di Israele nella sua guerra contro Hamas a Gaza. Anche in Francia si sono svolte marce, in particolare a Parigi e Lione, dove diverse migliaia di persone hanno marciato senza incidenti. Gli striscioni chiedevano espressamente l’esclusione di Israele dai Giochi Olimpici di Parigi (26 luglio – 11 agosto) e “Fine di tutti gli accordi” Rapporti commerciali e culturali con lo Stato ebraico.

Una nave è stata attaccata da un missile al largo dello Yemen

Una nave mercantile è stata presa di mira sabato sera al largo delle coste dello Yemen, mentre i ribelli Houthi yemeniti continuano gli attacchi contro le navi commerciali, secondo la società britannica di sicurezza marittima Ambrey, che non ha riportato vittime. “È scoppiato un incendio ma è stato domato […] Le persone a bordo di piccole imbarcazioni nelle vicinanze hanno aperto il fuoco sulla nave durante l’incidente.“Ha detto Embry. “Tutto l’equipaggio sta bene e la nave prosegue la sua rotta.”Ha aggiunto l’agenzia. Da novembre, i ribelli Houthi dello Yemen hanno lanciato dozzine di attacchi con droni e missili contro navi nel Mar Rosso e nel Golfo di Aden.

READ  Garry Kasparov: la vittoria finale dell'Ucraina potrebbe essere un ko per Putin