Giugno 20, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

JUICE: una missione europea alla scoperta di Giove e delle sue tre lune ghiacciate con diversi scienziati belgi

JUICE: una missione europea alla scoperta di Giove e delle sue tre lune ghiacciate con diversi scienziati belgi

Studiando i parametri di rotazione di questa luna, possiamo anche conoscere con precisione, ad esempio, la profondità dell’oceano. Rose Marie Baland, una delle scienziate planetarie del team, conferma: “Tutte queste informazioni aiutano a capire la storia della luna ghiacciata. Stiamo osservando qualcosa che va avanti da molto tempo, questo oceano liquido è lì da molto tempo o no, è utile sapere se ci sono possibilità abitabili. “

Il quarto strumento, MAGIS, Complex Imaging Spectrometer, dovrebbe permettere di conoscere le proprietà del ghiaccio e dei minerali sulla sua superficie ghiacciata e il loro rapporto con il sottosuolo.

Questo strumento è stato sviluppato da decine di ingegneri e scienziati in Francia, Italia e Stati Uniti. Il suo rilevatore, che misura solo 16 x 16 millimetri ma è molto efficace, è stato calibrato qui, presso l’Istituto di Astronautica in Belgio. Doveva essere completamente differenziato prima di essere incorporato nello strumento.

David Polsey è il capo del laboratorio di caratterizzazione radiologica. Ricorda tutte le precauzioni prese: “Dovevamo metterlo in condizioni che fossero le sue, dovevamo metterlo in un ambiente che simulasse lo spazio, nel vuoto e a temperature molto basse, grazie al sistema di raffreddamento criogenico e ne abbiamo studiato tutte le caratteristiche interne, ‘proprietà fotoelettriche’ per essere esatti.”

andare avanti, “È stato un lavoro multitasking, con tutta una serie di parametri da controllare in funzione della temperatura, in assenza o presenza di luce. Ci sono state diverse campagne di misura spalmate in quattro anni, due delle quali per tarare il banco appositamente per questo rivelatore.”

“L’imaging dell’atmosfera e della superficie di questo pianeta gigante gassoso e di tre dei suoi satelliti ghiacciati ci fornirà preziose informazioni sulla loro composizione all’interno del nostro sistema solare e sulle condizioni per la loro comparsa che consentirebbero l’esistenza della vita. Ma questo è possibile solo se il rivelatore e lo spettrometro funzionano perfettamente.”

Per ora no, il viaggio durerà 8 anni, prima di una serie di complesse manovre al raggiungimento dell’ambiente ostile di Giove. L’intensa radiazione potrebbe danneggiare il suo sistema elettronico e l’attrazione gravitazionale del gigante potrebbe farlo allontanare. È la missione più lontana nel sistema solare intrapresa dall’Agenzia spaziale europea.

READ  Cami, Zangief e la piccola Lilly completano il cast nel lancio di Street Fighter 6