Luglio 24, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Intelligenza Artificiale: “La professione di sviluppatore sarà accessibile a tanti profili”

Intelligenza Artificiale: “La professione di sviluppatore sarà accessibile a tanti profili”

Valutare la qualità della risposta

Ma per Louis de Veron l’intelligenza artificiale non è ancora sufficiente, bisogna avere le conoscenze necessarie per porre le domande giuste e soprattutto per valutare la qualità della risposta: “Bisogna imparare a usare un chatbot per sapere esattamente cosa chiedere ed evitare che l’intelligenza artificiale produca un programma che non funziona o non risponde alla richiesta. Anche le competenze dello sviluppatore sono essenziali per giudicare l’adeguatezza della richiesta risultato e adattarlo se necessario.

A BeCode, ad esempio, gli studenti imparano come utilizzare correttamente un chatbot di tipo AI, un insegnamento che è stato integrato nel software dal boom di ChatGPT alla fine del 2022. Gli informatici tirocinanti si esercitano prima nella programmazione “alla vecchia maniera” per acquisire logica algoritmica, quindi… Addestrali a porre le domande giuste e ottimizzali per risparmiare tempo con un chatbot.

BeCode Developer School forma i suoi studenti all’utilizzo di ChatGPT. © Codice B

“La professione è cambiata, non si può negarlo“, spiega Louis de Veyron. All’inizio il programmatore era solo, poi è arrivata la documentazione di supporto al debug. Gli informatici sono stati quindi in grado di utilizzare Google e scambiare informazioni sui forum. All’inizio del 2022 sono comparsi i primi strumenti di supporto alla programmazione come GitHub Copilot e ora i chatbot. Tutto si sta evolvendo molto velocemente in questo settore, e gli sviluppatori sono sempre stati in grado di cambiare velocemente il loro modo di lavorare e adottare nuovi strumenti per non restare indietro. L’intelligenza artificiale generativa non fa eccezione e, poiché facilita notevolmente la vita dei programmatori, la sua adozione è stata immediata e il cambiamento di paradigma è stato facile da ottenere.

L’intelligenza artificiale è già ovunque e non ha senso piangere sul disastro

READ  Una linea di tram molto breve ed effimera

Il software a volte è obsoleto

Inoltre, i sistemi di intelligenza artificiale non sono ancora infallibili, soprattutto perché talvolta si nutrono di dati obsoleti presenti su Internet. ChatGPT a volte crea software obsoleto, che non funziona con le versioni attuali degli strumenti, come una macro di Excel (automazione delle attività del foglio di calcolo) che non è compatibile con l’ultimo aggiornamento di Excel.

Infine, sebbene ci sia sempre bisogno di conoscenze per valutare la qualità del software fornito dall’intelligenza artificiale, i chatbot consentiranno a un numero crescente di persone di iniziare a programmare. “L’intelligenza artificiale fornisce gli elementi di base, quindi non è necessario iniziare metodicamente da zero. Pertanto il bacino di persone in grado di sviluppare software si allargherà necessariamente e la professione sarà accessibile a molti profili. conclude Louis de Veron.