Giugno 20, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

“In tempo di guerra ciò equivale a un crimine di guerra”: nella Repubblica Democratica del Congo, esecuzioni extragiudiziali dopo un tentativo di colpo di stato

Domenica 19 maggio, vigilia di Pentecoste, una quarantina di persone hanno attraversato Kinshasa a mezzanotte. Secondo le autorità della Repubblica Democratica del Congo, questi ribelli avrebbero tentato un colpo di stato prendendo di mira un primo ministro senza governo, di cui non conoscevano il luogo di residenza, e il ministro della Difesa uscente, assente da casa sua, solo per cadere finalmente. Ritorno alla residenza del ministro del Bilancio uscente, Vital Kamerhe, nominato dalla piattaforma politica della maggioranza, l’Unione Sacra della Nazione (USN), futuro presidente dell’Assemblea nazionale.

Dopo uno scontro a fuoco in questa residenza e dopo l’uccisione di due agenti di polizia addetti alla sicurezza di Vital Camerhe e di un aggressore, i partecipanti a questa avventura si sono diretti verso il Palazzo della Nazione, gli uffici presidenziali, affacciati sul fiume Congo . E vuoto a mezzanotte.

Tentativo di colpo di stato nella Repubblica Democratica del Congo: tra gli autori ci sono diversi americani e un britannico

Un caos di video

In questo luogo di potere in cui sono entrati senza difficoltà, il leader di quello che viene presentato come un colpo di stato, Christian Malanga, congolese che risiede da diversi anni negli Stati Uniti, ha sfilato davanti alle lenti dei social network per fare una breve presentazione il cui obiettivo di rovesciare il potere di Tshisekedi è stato presentato come a “Lo stupratore”Questo è lo slogan che questo Mobuti formulava già durante l’era Kabila.

“La cosa sorprendente, durante questo spettacolo, è che i suoi uomini lo guardano, senza cercare di opporsi alla risposta dell’esercito che inevitabilmente arriverà”.si chiede un ex diplomatico del Quai d’Orsay.

READ  Erdogan afferma che Putin è pronto a porre fine alla guerra in Ucraina

Le foto seguenti mostrano il corpo di Christian Malanga e dei suoi uomini che avanzano, storditi e coperti di fango, sotto la sorveglianza dei soldati congolesi che, secondo le autorità, hanno messo fine a questo tentativo di colpo di stato.

“La cosa sorprende spiega un espatriato che vive a Kinshasa, è che tutti gli uomini sono coperti di fango e i loro stracci sono bagnati. Tuttavia, se potessimo vedere chiaramente il corpo del loro capo, i suoi vestiti erano asciutti. Sarebbe quindi l’unica persona a essere colpita senza tentare di fuggire lungo il fiume, che in quel luogo era l’unica via di fuga possibile.

Altre foto, che hanno cominciato a circolare mercoledì, mostrano Christian Malanga vivo, in detenzione e accompagnato dai soldati. “Immagini che sfidano. Come avrebbe fatto Malanga a finire senza vita nell’erba che circondava il palazzo? Altro elemento sorprendente è che Malanga indossa una maglietta rossa. Quando i suoi resti furono fotografati, indossava la sua uniforme militare. “Chiaramente qualcosa non va.” L’espatriato che non si nasconde continua,“Sentirsi traditi” Nella popolazione. “Molte persone a Kinshasa credono che tutta questa questione sia una montatura per abbattere Kamerhe o per intimidire la classe politica. “Nessuno, tranne i talebani al servizio del potere, crede che questo sia un vero colpo di stato”..

Controverso monumento ai pionieri belgi in Congo nascosto da un’enorme tenda: “Queste scene della propaganda coloniale rafforzano il razzismo”

Interviene la Guardia repubblicana

Due giorni dopo questi eventi, altre foto sono apparse su Internet. Barca sul fiume Congo. Uomini della Guardia repubblicana, cappelli rossi in testa, armi in mano. Si presume che i ribelli catturati mentre cercavano di nascondersi nel fango lungo il fiume fossero a bordo della barca. Uno di loro è stato colpito a distanza ravvicinata da un cappello rosso. Un altro tenta di scappare a nuoto. È stato individuato, sono risuonate urla, spari e proiettili scoppiati. L’uomo risale in superficie due volte prima di scomparire nel fiume. “Queste immagini sono fantastiche Lo spiega l’avvocato Alexis Desoife, vicepresidente della Federazione internazionale per i diritti umani. “Si tratta di esecuzioni extragiudiziali. In tempo di guerra ciò equivale a un crimine di guerra.. Come possiamo spiegare che queste immagini sono state fotografate? “È stupidità spiega Bob Kabamba, politologo dell’Università di Liegi. Sono convinto che chiunque lo abbia filmato pensi che stia facendo un buon lavoro. “Mi vengono in mente le immagini del massacro di Goma.”

READ  Un uomo è stato assassinato nel suo letto: una nuova vittima “collaterale” di una trattativa

Il 30 agosto 2023, a Goma, nella provincia assediata del Nord Kivu, la Guardia repubblicana ha effettuato una sanguinosa repressione contro un movimento politico religioso che si preparava a manifestare contro le forze dell’ONU, uccidendo più di 50 persone. Due mesi fa, le stesse forze, che fanno capo direttamente al Presidente della Repubblica, hanno aperto il fuoco contro giovani di un partito politico a Lubumbashi, provocando almeno venti vittime. Nell’aprile 2020, la Guardia repubblicana ha compiuto un altro massacro nel Congo centrale, a Songolulu, uccidendo almeno 55 persone, secondo un’indagine della ONG Human Rights Watch.

Ogni volta, la Guardia Repubblicana, ogni volta molte vittime, ogni volta, fino ad ora, questi assassini che appartengono a forze d’élite che assomigliano sempre più a uno squadrone della morte se la cavano impunemente.