Ottobre 1, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Guerra in Ucraina: scoperta di una “fossa comune” a Izyum, una città dell’est sottratta ai russi

Il conflitto in Ucraina si allunga nel tempo e il bilancio delle vittime è in aumento. Per diversi giorni, l’esercito ucraino ha affermato che le sue forze avevano catturato più di 3.000 chilometri quadrati. Il presidente Volodymyr Zelensky ha parlato e ha affermato che era in corso un’indagine.

Tempo di lettura: 2 minuti

yoIl presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha dichiarato giovedì sera che è stata scoperta una “fossa comune” nella città di Izyum, che è stata riconquistata dai russi pochi giorni fa nell’ambito della controffensiva ucraina nella regione di Kharkiv (est).

“Vogliamo che il mondo conosca il motivo dell’occupazione russa”, ha detto, senza fornire dettagli sul numero di persone sepolte o sulle cause della loro morte. È iniziata un’indagine e il signor Zelensky ha aggiunto nel titolo del video quotidiano: “Dovremmo avere informazioni più verificate e chiare domani”.

Il funzionario della polizia regionale Sergei Botvinov ha detto a Sky News che a Izyum era stato scoperto un luogo di sepoltura di circa 440 tombe.

Ha aggiunto che alcuni dei morti sono stati uccisi a colpi di arma da fuoco, mentre altri sono morti nell’attentato.

Da parte sua, il signor Zelensky ha paragonato Izyum alle città di Bucha e Mariupol, che sono diventate simboli delle atrocità dell’invasione russa dell’Ucraina.

La Russia si sta lasciando alle spalle la morte ovunque. Deve essere risposto. Il mondo ha davvero bisogno di ritenere la Russia responsabile di questa guerra. “Faremo di tutto per questo”, ha detto.

READ  Des «convois de la liberté» continua la rotta verso Bruxelles