Luglio 21, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Antidolorifici non oppioidi: la Hyloris Pharma di Liegi entra nel mercato statunitense, le sue azioni salgono

Antidolorifici non oppioidi: la Hyloris Pharma di Liegi entra nel mercato statunitense, le sue azioni salgono

Una notizia forte, viste le dimensioni del mercato americano, per non parlare della crisi degli oppioidi che ha devastato gli Stati Uniti negli ultimi anni. Gli analgesici non oppioidi (somministrati da soli o in aggiunta agli antidolorifici oppioidi) rappresentano un’interessante cura alternativa per i pazienti, riducendo al contempo la potenziale dipendenza da queste sostanze controverse.

Non comunichiamo accuratamente il volume di vendita previsto. Ma si tratta quindi di un prodotto destinato agli ospedali, e sarà messo in vendita ad un prezzo relativamente basso, compreso tra 15 e 20 dollari“, spiega Jean-Luc Vandebroeck, CFO di Heloris.

Stijn van Rompuy, amministratore delegato di De Helioris Pharmaceuticals. © JC Guillaume

In pratica, il paziente riceverà il prodotto dopo la procedura e, se il dolore persiste, assumerà degli oppioidi. Quindi Maxigesic ridurrà significativamente l’uso di oppioidi“, in particolare Signe van Rompuy, amministratore delegato.

“Questo prodotto dimostra chiaramente che abbiamo la strategia giusta. I nostri criteri sono di dedicare meno di 7 anni allo sviluppo e in media un investimento massimo di 7 milioni di euro per prodotto. Nell’ambito di questi criteri, stiamo investendo circa 5 milioni per questo prodotto che combina paracetamolo e ibuprofene in Immagine liquida… E ti ricordo che il prodotto è già distribuito in un centinaio di paesi“, in particolare Jean-Luc Vandebroucke.

Ricordiamo che Hyloris è un’azienda farmaceutica che riutilizza molecole non più autorizzate o reinventa determinate formulazioni, riducendo i costi di ricerca e sviluppo e fornendo buoni rendimenti con rischi relativamente bassi negli studi clinici.

La lotta agli oppioidi negli Stati Uniti, un’opportunità di business per la casa farmaceutica Hyloris di Liegi

Il trattamento MaxiGesic ha fatto la sua parte.”Sollievo dal dolore più rapido e maggiore rispetto al paracetamolo IV e all’ibuprofene IV“, afferma l’azienda.

READ  Wall Street termina e termina la sua catena nera - 27/05/2022 alle 22:31

Rispondere alla crisi degli oppioidi

È stato stipulato un accordo di licenza e distribuzione tra AFT Pharmaceuticals, partner di sviluppo di Hyloris, e Hikma Pharmaceuticals per la distribuzione negli Stati Uniti. Heloris riceverà un pagamento fondamentale di 2,1 milioni di dollari, più ulteriori 1,5 milioni di dollari relativi a crediti commerciali. Ciò consente loro di ottenere l’equivalente del 10% del loro flusso di cassa, che nel giugno scorso ammontava a circa 39 milioni di euro.

Ricordiamo che la crisi degli oppioidi rimane una delle principali preoccupazioni oltre Atlantico, con circa il 6% dei pazienti chirurgici che ora utilizzano cronicamente oppioidi. Inoltre, i decessi per overdose da oppioidi sono aumentati in modo allarmante, con 80.000 decessi nel 2021, un numero decuplicato in vent’anni.

Nawras

“Hyloris può migliorare i risultati dei pazienti, in particolare affrontando la devastante crisi degli oppioidi nel più grande mercato sanitario del mondo”.

“Hyloris può migliorare i risultati dei pazienti, in particolare affrontando la devastante crisi degli oppioidi nel più grande mercato sanitario del mondo”. Commenta Stijn Van Rompay, amministratore delegato di d’Hyloris.

Si noti inoltre che il dolore postoperatorio è comune dopo l’intervento chirurgico. Negli Stati Uniti vengono eseguiti circa 50 milioni di interventi chirurgici ogni anno e oltre l’80% dei pazienti avverte un forte dolore dopo l’intervento. Con il calo delle prescrizioni di oppioidi, è probabile che la domanda di alternative non oppioidi aumenti.