Aprile 23, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Verso la fine di oltre 20 anni di governo di Erdogan?

Verso la fine di oltre 20 anni di governo di Erdogan?

Nel suo discorso davanti a un pubblico di giovani a Istanbul, ha annunciato che le elezioni municipali previste per il 31 marzo sarebbero state le sue “ultime”.

Erdogan parla per la prima volta della fine del suo potere alla guida della Turchia

Il capo dello Stato, che ricopre la carica di Primo Ministro, ha affermato: “Continuo a lavorare senza fermarmi. Corriamo senza fiato perché per me è definitivo. Con il potere concessomi dalla legge, queste elezioni sono le mie ultime elezioni .” Poi come presidente dal 2003.

“Ma quello che accadrà sarà una benedizione per i miei fratelli che verranno dopo di me. Ci sarà un trasferimento di fiducia”, ha promesso 22 giorni prima delle elezioni, davanti a un incontro della Fondazione turca per la gioventù (TÜGVA), interamente di proprietà da lui.

La guerra in Ucraina: cosa ricordare dell'incontro tra Erdogan e Zelenskyj

L'infaticabile attore Erdogan, 70 anni dal 26 febbraio scorso e rieletto per un mandato quinquennale lo scorso maggio, è stato finora una figura indistruttibile alla guida della Turchia, dominando la scena politica fin dall'inizio dell'anno. Anni.2000.

Grazie ad una modifica della Costituzione, questo devoto musulmano, paladino dei valori familiari e del conservatorismo, disdegnato dalle élite urbane e laiche, è stato eletto Presidente della Repubblica nel 2014 a suffragio universale, e poi riconfermato due volte capo dello Stato, in 2014, 2018 e 2023.

“Non ci credere!”

Ma lo scorso maggio ha dovuto affrontare un secondo turno di votazioni, il suo primo.

Le sue dichiarazioni di venerdì hanno immediatamente suscitato reazioni sarcastiche sulla rete X, dove i netizen hanno ricordato maliziosamente le numerose volte in cui il capo dello Stato ha annunciato la sua “ultima” elezione o candidatura a parlamentare, leader di partito o alla presidenza – negli anni 2009, 2012 e 2022. .

READ  Kim Jong Un intende proteggere la Corea del Nord dall'influenza straniera

“Non ci credere!” Erkan Ozcan, un attivista per i diritti umani, ha avvertito che questo annuncio “è un invito a 'votare un'ultima volta'”.

La guerra tra Israele e Hamas: “Gli attacchi israeliani devono finire”, dice Erdogan durante una visita in Germania

“Ma sappiamo molto bene che sta cercando di modificare la costituzione per garantire la sua rielezione ancora e ancora”, ha detto nel programma “X”.

Spesso raffigurato come un sultano indistruttibile, accampato nel suo palazzo di oltre 1.100 stanze costruito per lui su una collina boscosa ad Ankara, Recep Tayyip Erdogan, che si è lanciato con la stessa energia nell'attuale campagna municipale, ha infatti vinto ogni elezione fin dal suo mandato. Il partito conservatore islamico Giustizia e Sviluppo è salito al potere nel 2002.

Fino a quando l’opposizione lo ha privato della maggioranza parlamentare nel 2015, per poi, nel 2019, infliggergli nuovo disprezzo rubandogli i comuni di Istanbul e Ankara, la capitale.

La sfida principale delle elezioni del 31 marzo per l'AKP è proprio la rioccupazione di Istanbul, la più grande città e capitale economica del paese, di cui lo stesso Erdogan era sindaco negli anni '90.

Per spodestare il cancelliere socialdemocratico del CHP Ekrem Imamoglu eletto nel 2019, l’AKP ha nominato l’ex ministro dell’Ambiente Murat Kurum.