Giugno 19, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Salute: 5 medici tirocinanti al Vigya Hospital Center

Salute: 5 medici tirocinanti al Vigya Hospital Center

Di base
Cinque studenti della Facoltà di Medicina di Tolosa sono appena arrivati ​​a Figea per completare uno stage di sei mesi presso il centro ospedaliero. Il 15 maggio, la festa di benvenuto ha riunito diversi medici e funzionari eletti del Comune, di Grand Vigiac e della regione dell’Occitania attorno a quattro di queste tirocinanti che erano riuscite a liberarsi per l’occasione: Delphine, Laura, Sarah e Solene.

“Grazie per aver scelto Vigia”, ha salutato il sindaco Andre Mellinger. “Non tornerò sulla carenza di medici, ma ti incoraggio a stabilirti a Figia alla fine dei tuoi studi”. La cerimonia rappresenta un’opportunità per Claude Ginder, eletto Delegato Speciale per la Salute a Grand Vigea, di tornare alle peculiarità locali con… Centro medico a pagamento. “Sono stato un liberale puro e intransigente, ma devo rendermi conto per esperienza che la medicina retribuita è un modo possibile per migliorare il servizio ai pazienti. Oggi ci sono nove medici che lavorano, alcuni part-time, nei nostri sei centri sparsi in tutto il mondo Regione della Gran Vigia.

Valerie Sohit Testimone. “Sono un medico dipendente del Grand Figeac, dove mi piace molto il lavoro a breve termine, e sono in pensione. Questa medicina retribuita ci consente di mantenere la qualità del nostro lavoro e di trascorrere più tempo con i pazienti. Le Grand Figeac mi concede 20 minuti al paziente. Lo apprezzo molto perché i medici di medicina generale attualmente sono obbligati a farlo in un massimo di dieci minuti. È incontrollabile e perdiamo la qualità delle cure. Grazie alla medicina a pagamento, siamo riusciti a mantenere la qualità delle cure ”, Valerie Sohit, che dirige anche la CPTS (Società provinciale per la salute professionale), ha incoraggiato i giovani tirocinanti sul soggiorno a Grand Figia dopo gli studi “Quando sono arrivata come tirocinante, mi sono innamorata di questa zona e sono rimasta lì. C’è una grande energia qui”.

READ  Salute: attenzione alle zanzare tigre e alla febbre dengue che si stanno diffondendo in Francia

Nathalie Esquier, direttrice ad interim del Centro ospedaliero Vigia, ha annunciato ai tirocinanti che lo sviluppo del settore geriatrico era “sulla buona strada entro la fine dell’anno”. «Per quanto riguarda la risonanza magnetica ne stiamo parlando ma dovrebbe arrivare anche dopo il rientro dell’Ars». Il preside ha anche annunciato la prossima ristrutturazione del convitto affinché i futuri convitti possano finalmente essere accolti meglio. Vincent Labarthe fornisce anche alcuni dettagli: “Siamo stati la prima comunità municipale a creare un centro per pazienti trascurati con l’aiuto dell’ospedale e dei medici di medicina generale disposti a partecipare”. Il presidente di Grand Figeac, che ha ricevuto le sue équipe, ha mobilitato la questione della possibilità di creare un centro odontoiatrico.

Il Vigya Hospital Center attrae tirocinanti per tirocinio

Alla domanda se i tirocinanti vorrebbero rimanere nella zona, il tirocinante di Medicina Generale Delphine ha risposto: “Sono di Tolosa e adoro visitare la zona circostante. Per sapere dove vorrei stabilirmi. Ero stato a Foix prima di arrivare a Figeac. Perché non mi stabilisco qui, vedrò alla fine del periodo di tirocinio. Solene ha scelto Figeac per la qualità dell’accoglienza e della formazione presso il Centro Ospedaliero di Figeac. “La formazione è stata valutata molto bene dai precedenti tirocinanti che si sono trasferiti a Figeac. Non ho un progetto specifico ma è un settore che amo. Questa rimane una porta aperta per Sarah, che è anche una tirocinante in generale medicina, la scelta di Figeac le ha permesso di avvicinarsi al suo compagno che ha trovato lavoro a Puybrun “Se al mio compagno piace il suo lavoro, posso restare in questo settore. Mi piacerebbe lavorare in campagna, nelle zone rurali. » L’intenzione può essere vantaggiosa sia per i pazienti che per i medici che esercitano nella zona.

READ  Il doppio no dei liberali verdi alle iniziative sanitarie, sì all'elettricità - rts.ch