Luglio 3, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Per contrastare l’innalzamento del livello dell’acqua, New York costruisce un muro lungo l’East River

New York, un gigante urbano circondato dall’acqua e minacciato dal cambiamento climatico, si sta nascondendo dietro un gigantesco muro antialluvione, sperando di scongiurare i disastri degli ultimi dieci anni.

l’uragan sandy Nel 2012, le tempeste Ida e Henry di quest’estate hanno causato decine di morti e miliardi di dollari di danni nella più grande città d’America. Con la sua geografia,grande Mela“È molto vulnerabile agli elementi e negli ultimi anni ha finito per adottare un piano gigante chiamato”Resistenza al climaVale 20 miliardi di dollari.

C’è da dire che gli esperti temono un innalzamento del livello delle acque da 20 a 75 cm entro il 2050 che potrebbe minacciare New York di inondazioni, in particolare l’isola di Manhattan, circondata dall’Oceano Atlantico, dall’East River e dall’Hudson River.

In totale, le megalopoli con una popolazione di oltre 8,5 milioni di persone hanno 836 km di costa.

Progetto da 1,45 miliardi di dollari

Nel sud-est di Manhattan, sono iniziati i lavori con un budget di 1,45 miliardi di dollari per costruire un muro e argini.

Nel sito, nascosto tra l’East River e l’autostrada che lo costeggia, Tom Foley, direttore della divisione progettazione e costruzione di New York City, ha detto all’AFP che aveva anche pianificato di “Alza il giardino in questa zonaIn riva al mare, casa di circa 110.000 newyorkesi.


►►► A New York, ecco una piccola isola, un nuovo parco “srotolato” sul fiume Hudson


Oltre quattro chilometri, l’intero spazio verde sarà rialzato di tre metri, creando un muro antiallagamento che dovrebbe prevenire i danni catastrofici causati dagli ultimi uragani e tempeste che si sono formati sull’Atlantico.

READ  Un'altra versione della morte di Patrice Lumumba

Ahmed Ibrahim, un supervisore aziendale, spiega l’installazione del sito.Torri come fondamenta profonde“e il”Pareti metalliche che formeranno un muro divisorio sotterraneo per proteggerci dalle inondazioni“.



5 foto





© AFP o suoi licenziatari







© AFP o suoi licenziatari







© AFP o suoi licenziatari

Scossa elettrica di Sandy

La consapevolezza delle autorità di New York risale all’ottobre 2012 dopo la scossa elettrica dell’uragano Sandy che ha ucciso almeno 44 persone, causato 19 miliardi di dollari di danni e interrotto l’elettricità in poche settimane, ricorda Sarah Nielsen, direttrice della pianificazione del parco. New York City.

In questa zona ad alta densità nel sud-est di Manhattan, l’acqua è salita a un record di 2,7 metri sul livello del mare.

Per Sarah Nielsen, dopo che l’uragano Katrina ha colpito New Orleans nel 2005, “Sandy è stato il primo disastro che ha accelerato il nostro approccio al cambiamento climatico“.L’esperto è lieto che la città oggi, con le sue infrastrutture a volte fatiscenti, sia dotata di”Progetti molto importanti per tutelare i newyorkesi“.

città”Investire più di 20 miliardi di dollari (in un piano pluriennale) per la “resilienza climatica” con una strategia a più livelli per proteggere il nostro litorale“, spiega all’Afp Jenny Bavici, direttrice dell’ufficio del sindaco di New York per “Resistenza al clima“.

Ripiantare gli alberi

Non proprio una città alberata, con l’eccezione del gigantesco polmone verde di Central Park, Manhattan ripianterà anche migliaia di alberi di vario tipo intorno al cantiere e migliorerà le sue fognature sotterranee e costruirà sistemi di smaltimento delle acque reflue.

Gli urbanisti stanno anche cercando di migliorare l’habitat, che è uno dei tacchi alti di New York, soprattutto a causa del numero di abitazioni seminterrate soggette a inondazioni e della scarsa qualità della costruzione, dell’isolamento termico e acustico.

Ci sono un milione di edifici a New York City. Lo aggiorniamo dove possibile‘ conferma a Jenny Bavici, lodandoUno dei codici edilizi più flessibili al mondo“.

Tuttavia, il progetto del muro alluvionale non soddisfa tutti. Le associazioni di residenti locali stanno contestando questo in tribunale e il sito non dovrebbe essere completato prima del 2026.

Terry, un residente del quartiere che si rifiuta di rivelare il suo cognome, ammette che “buona idea“Ma ci dispiace per questo.”Le cose stanno andando piano“.

A proposito di Jenny Bavici, New York e il suo spettacolo per “Resistenza al clima“Potrebbe essere parte della componente ambientale del piano da 1,2 trilioni di dollari del presidente Joe Biden, votato al Congresso, di investire pesantemente nelle infrastrutture negli Stati Uniti.

Informazioni sulla newsletter

Ricevi le principali notizie ogni mattina.

ok