Giugno 20, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Microsoft sta cercando di smantellare l’argomentazione legale degli Stati Uniti contro l’acquisizione di Activision

Microsoft sta cercando di smantellare l’argomentazione legale degli Stati Uniti contro l’acquisizione di Activision

Parlando martedì al governo nella sua battaglia legale contro l’accordo da 69 miliardi di dollari di Microsoft per l’acquisto del produttore di giochi Activision Blizzard, l’economista di Harvard Robin Lee a volte ha faticato ad articolare come l’accordo previsto avrebbe danneggiato i giocatori.

La Federal Trade Commission degli Stati Uniti ha chiesto a un giudice federale di bloccare temporaneamente l’accordo per consentire al giudice interno dell’agenzia di decidere se può andare avanti. Spesso, tuttavia, la parte soccombente nei tribunali federali concede e il processo interno non procede.

L’avvocato di Microsoft ha sollecitato il signor Lee sui dettagli della sua analisi dei potenziali guadagni di quote di mercato per la divisione Xbox della società con sede a Redmond, Washington, in particolare l’impatto sui giocatori che migrano a causa dell’enorme popolarità del videogioco “Call of Duty, ” realizzato da Activision.

Il signor Lee ha riconosciuto che le sue analisi hanno tenuto conto solo della piena privacy di “Call of Duty” su Xbox e non hanno mostrato cosa accadrebbe se il gioco fosse disponibile su Switch di Nintendo. Se l’accordo andrà a buon fine, Microsoft si impegna a offrire il gioco su Switch per 10 anni.

L’avvocato di Microsoft Beth Wilkinson ha esortato il signor Lee a sottolineare i difetti nella sua analisi dell’accordo, indicando i limiti del suo modello economico. A volte l’interrogatorio prendeva una piega accesa, in particolare quando Wilkinson affermava con forza: “Professor Lee, può rispondere alla mia domanda?” su dettagli specifici dei suoi rapporti.

Apparentemente frustrato dalla difficoltà di analizzare le risposte del signor Lee, Wilkinson a un certo punto ha abbozzato le sue ipotesi sulla quota di mercato sulla lavagna visibile al giudice.

READ  TFT: Tutto su Teamfight Tactics Dragonlands Gruppo 7

Il giudice Jacqueline Scott Corley, il giudice federale di San Francisco che si pronuncerà sul caso, non ha detto molto martedì.

Secondo la Federal Trade Commission, l’accordo darebbe a Microsoft l’accesso esclusivo ai giochi Activision, lasciando a terra Nintendo e il gruppo Sony.

Microsoft ha sostenuto che sarebbe stato più vantaggioso dal punto di vista finanziario concedere in licenza i giochi a tutti i concorrenti.

L’accordo è stato approvato da diverse giurisdizioni, ma è stato contrastato dalla Federal Trade Commission negli Stati Uniti e dalla Competition and Markets Authority nel Regno Unito.