Giugno 23, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Il lancio della navicella spaziale Boeing Starliner è stato annullato all’ultimo minuto a causa di un problema tecnico

Il lancio della navicella spaziale Boeing Starliner è stato annullato all’ultimo minuto a causa di un problema tecnico
Joe Raedle/Getty Images tramite AFP Un elicottero di sicurezza sorvola un veicolo spaziale Boeing Starliner prima che il suo volo venga interrotto mentre si trova su un razzo Atlas V della United Launch Alliance presso lo Space Launch Complex 41, il 1 giugno 2024, a Cape Canaveral, in Florida.

Joe Raedle/Getty Images tramite AFP

Un elicottero di sicurezza sorvola un veicolo spaziale Boeing Starliner prima che il suo volo venga interrotto mentre si trova su un razzo Atlas V della United Launch Alliance presso lo Space Launch Complex 41, il 1 giugno 2024, a Cape Canaveral, in Florida.

Spazio: dovremo provarci (ancora). Il primo decollo con gli astronauti della navicella spaziale Starliner della Boeing, sabato 1 giugno, è stato annullato. La NASA ha annunciato che la cancellazione è avvenuta meno di quattro minuti prima del lancio a causa di un problema tecnico, la cui natura non è stata immediatamente determinata. “Eravamo molto vicini a raggiungere l’obiettivo oggi.” ha detto Steve Stich, direttore del programma.

Questo è il secondo rinvio del decollo in meno di un mese per questa missione attesa da anni che consentirebbe a Starliner di trasportare gli astronauti della NASA sulla Stazione Spaziale Internazionale (ISS) per la prima volta.

Il decollo era previsto sabato alle 12:25 da Cape Canaveral, in Florida (16:25 GMT). Gli astronauti Butch Wilmore e Sonny Williams, due astronauti veterani, erano legati alla capsula Starliner, posizionata sopra un razzo ULA Atlas V.

Dillon Rice, commentatore dell’ULA, ha detto che il conto alla rovescia è stato interrotto all’ultimo minuto quando il computer ha controllato tutti i parametri finali prima del decollo. Tale scenario si verifica automaticamente quando “ Il computer rileva una situazione che non si aspettava »Ma cosa sia legato alla cancellazione di sabato non è ancora noto.

READ  Recensione eGPU GPD G1: AMD Radeon RX 7600M XT esterna con 8 GB VRAM utilizza USB4 o OCuLink

Non c’è ancora una nuova data del processo

I team dell’ULA, della Boeing e della NASA hanno messo il razzo in una configurazione sicura. I due astronauti uscirono sorridenti e furono portati alla loro base vicino alla rampa di lancio.

In teoria, le date di riserva per il decollo potrebbero essere domenica, così come mercoledì o giovedì prossimi, ma una data specifica per un nuovo tentativo non è stata immediatamente annunciata.

Dieci anni fa la NASA ordinò alle società americane Boeing e SpaceX due nuovi veicoli per trasportare gli astronauti sulla Stazione Spaziale Internazionale. SpaceX svolge questo ruolo di taxi spaziale già da quattro anni.

Boeing scommette quindi la sua reputazione su questa missione di prova, che deve dimostrare che la sua nave è sicura prima di iniziare missioni regolari verso la Stazione Spaziale Internazionale. Per la NASA anche i rischi sono alti: avere un secondo veicolo permetterà di gestire meglio eventuali emergenze. Una volta che Starliner sarà operativo, la NASA vorrà passare dai voli SpaceX a quelli Boeing.

Inizialmente, un problema con la valvola del razzo ha portato all’interruzione del decollo

La cancellazione di sabato rappresenta una nuova battuta d’arresto per questa missione, che è già in ritardo di anni. All’inizio di maggio il decollo è stato addirittura annullato all’ultimo momento a causa di un problema alla valvola del razzo, che nel frattempo è stata cambiata.

Successivamente è stata scoperta una piccola perdita di elio in uno dei motori della nave. Ma si decise di non ripararlo, il che avrebbe richiesto lo smantellamento dello Starliner. Secondo la NASA, non presenta alcun pericolo e non si è espanso durante i preparativi per il volo di sabato mattina.

READ  Test Huawei Nova 9: ​​senza 5G è difficile da dimostrare

Le battute d’arresto sono state solo l’ultima di una serie di spiacevoli sorprese per la Boeing, già scossa da problemi di sicurezza sui suoi aerei. Nel 2019, durante il primo test senza equipaggio, non è stato possibile rimettere la navicella sulla giusta strada e riportarla senza raggiungere la Stazione Spaziale Internazionale.

Poi nel 2021, un problema con le valvole intasate nella capsula ha rinviato un nuovo tentativo. La navicella spaziale vuota è riuscita finalmente a raggiungere la Stazione Spaziale Internazionale nel maggio 2022. Altri problemi scoperti in seguito, in particolare con i paracadute che frenavano la capsula mentre rientrava nell’atmosfera, hanno causato nuovamente ritardi.

Vedi anche su L’Huff Post: