Agosto 17, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Il James Webb Telescope è finalmente pronto ad abbracciare l’universo



<p> Immagina JWST nello spazio di un artista della NASA, nel 2007 </p>
<p>“Width =” 245 “height =” 196 “src =” dati: image / png; base64, iVBORw0KGgoAAAANSUhEUgAAAAMAAAACCAIAAAASFvFNAAAABmJLR0QA8wDzAPNl4f / dAAAACXBIWXMAAAsTAAALEwEAmpwYAAAAFklEQVQI12P8 / PkzAwMDAwMDEwMMAAAzfgLdhtgOogAAAABJRU5ErkJggg == “srcset =” https://www.lalibre.be/resizer/F21VKq2nCqehbgGQ2RtdtfJkZok=/245×196/ filtri:qualità(70):format(jpg):focal(117.5×103:127.5×93)/cloudfront-eu-central-1.images.arcpublishing.com/ipmgroup/G4WWQLI2PFAKRKEFJ3GUKGHBFA.jpg 480w” data-sizes=”auto” data -optimumx=”1″/></p></div>
</div>
</figure>
</div>
<p class=Gli astronomi aspettano da 30 anni: il più grande e potente telescopio James Webb mai inviato nello spazio, è finalmente pronto per unirsi alle stelle, tracciando le origini dell’universo ed esplorando simili pianeti extrasolari sulla Terra.

Questo fine settimana – il lancio è stato posticipato al 25 dicembre, secondo un annuncio della NASA martedì – il telescopio di punta dell’agenzia spaziale statunitense seguirà le orme del leggendario Hubble, con l’ambizione di gettare ancora più luce pre-umana su queste. Le domande che la tormentano: “Da dove veniamo?” e “Siamo soli nell’universo?” Amber Straw, un’astrofisica della NASA, lo ha riassunto in una conferenza stampa all’inizio di dicembre.