Maggio 25, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Germania: la sparatoria in chiesa ad Amburgo ha provocato molti morti e feriti, e lo scrittore sarà tra le vittime

Germania: la sparatoria in chiesa ad Amburgo ha provocato molti morti e feriti, e lo scrittore sarà tra le vittime

La sparatoria è scoppiata giovedì notte in una chiesa ad Amburgo, la seconda città più grande della Germania. La polizia ha detto che diverse persone sono state uccise e altre gravemente ferite. Sono stati sparati colpi “contro una chiesa nel quartiere Gross-Borstel di Amburgo, e” diverse “persone sono state uccise e altre gravemente ferite, secondo un tweet della polizia nella capitale della Germania settentrionale. “Un gran numero di forze dell’ordine sono in azione la scena”, ha aggiunto la polizia di Amburgo su Twitter.

“Un importante intervento della polizia è attualmente in corso ad Alsterdorf”, ha semplicemente confermato su Twitter la polizia di Amburgo (NW), un distretto nel nord della città. “Secondo i risultati preliminari, è stato sparato un colpo in una chiesa”, ha detto la polizia. Diverse persone sono rimaste gravemente ferite, alcune mortali”.

La polizia della città portuale della Germania settentrionale ha affermato che l’assassino potrebbe essere tra i morti. Un portavoce della polizia ha detto alla televisione NTV che c’erano “indicazioni che l’autore potrebbe essere nell’edificio, forse anche tra i morti”.

“Bain de sang”

Secondo i media tedeschi, la sparatoria avrebbe provocato la morte di sette persone e il ferimento di altre, alcune delle quali versavano in gravi condizioni. Il quotidiano Bild invoca un “bagno di sangue” e afferma che gli incidenti sono avvenuti “nella chiesa dei Testimoni di Geova”.

Secondo una serie di media, i residenti della città costiera sono stati avvertiti di “pericolo estremo” tramite un’app di allerta disastri e la polizia ha chiesto di evitare l’area in questione. “Riparatevi subito in un edificio”, aggiunge il messaggio, chiedendo, “Telefonate solo in caso di estrema emergenza, per non sovraccaricare le linee”.

READ  Israele aveva colpito le vicinanze della capitale siriana

“Intorno alle 21:00, una o più persone non identificate hanno aperto il fuoco su persone in una chiesa”, ha detto l’Ufficio federale della protezione civile. “Evitate l’area di pericolo. Nell’area di pericolo restate dove siete e non uscite in questo momento”, ha detto l’agenzia in un comunicato.

La polizia ha considerato la sparatoria un atto isolato, riferisce l’agenzia di stampa tedesca Dpa.

Le autorità tedesche sono state in allerta negli ultimi anni di fronte alla duplice minaccia del terrorismo, del jihadismo e dell’estremismo di destra. La Germania rimane un obiettivo per i gruppi jihadisti, in particolare per la sua partecipazione alla coalizione che combatte lo Stato islamico in Iraq e Siria e alla coalizione schierata in Afghanistan dopo il 2001.

Dal 2013 alla fine del 2021, secondo il ministero dell’Interno, il numero di islamisti ritenuti pericolosi in Germania è quintuplicato fino a raggiungere gli attuali 615. Il numero di salafiti è stimato a circa 11.000, il doppio del numero di salafiti nel 2013.

Dopo un avvertimento dell’Fbi, le autorità tedesche hanno annunciato l’8 gennaio l’arresto di due iraniani sospettati di voler compiere un attacco chimico “islamico” utilizzando ricina e cianuro.

Un’altra minaccia incombe sulla Germania, incarnata dall’estrema destra, dopo diversi attacchi mortali negli ultimi anni contro comunità o luoghi religiosi.

Nell’attacco razzista avvenuto ad Hanau vicino a Francoforte (ovest) nel febbraio 2020, un tedesco coinvolto nel movimento della cospirazione ha ucciso nove giovani, tutti di origine straniera.

Tra il 2000 e il 2007, un gruppo neonazista chiamato NSU ha assassinato nove immigrati e una poliziotta. Due dei suoi membri si sono suicidati prima di essere arrestati, mentre la terza, una donna, è stata condannata all’ergastolo.

READ  Guerra in Ucraina: quali sono i pericoli dietro la città principale di Kherson alla vigilia di una battaglia “decisa”?