Giugno 21, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Eclissi solare: attenzione al pericolo per gli occhi

Eclissi solare: attenzione al pericolo per gli occhi

Gli esperti di salute degli occhi hanno avvertito che anche solo un assaggio di un’eclissi solare, come quella che sarà osservata lunedì in gran parte del Nord America, può causare una perdita irreversibile della vista.

Decine di milioni di persone dal Messico al Canada, passando per gli Stati Uniti, saranno testimoni di un raro spettacolo celeste che non si ripeterà in questa parte del mondo prima del 2044: la Luna bloccherà – in alcuni punti – completamente la luce solare.

Gli esseri umani di solito non guardano il sole a causa del disagio che provoca, ma durante un'eclissi alcuni “ignorano” questo istinto, dice Aaron Zimmerman, professore di optometria alla Ohio State University.

Dice che il pericolo principale associato a questo fenomeno deriva dalla “tossicità fotochimica”, quando brevi e potenti onde di luce blu, viola e ultravioletta, queste ultime invisibili, innescano reazioni chimiche che danneggiano i bastoncelli e i coni della retina, la membrana nella parte posteriore dell'occhio che riceve la luce. Le impronte ottiche vengono trasmesse al nervo ottico.

Ciò si traduce in visite al pronto soccorso da parte di persone che lamentano visione offuscata, cambiamenti nella percezione dei colori e macchie nere, a volte senza certezza di tornare alla normalità.

È così che un’importante rivista medica ha riportato il caso di una giovane donna che si è presentata in una struttura oculistica di New York dopo aver osservato l’eclissi solare del 2017 “diverse volte per circa sei secondi senza occhiali protettivi” e poi utilizzando tale attrezzatura.

Dopo alcune ore, gli oggetti iniziarono ad apparire sfocati e distorti, i colori cambiarono e la paziente riferì una macchia nera al centro dell'occhio sinistro.

READ  AirTag 2: tutto quello che sappiamo sulla prossima versione

Il danno osservato a livello cellulare permane dopo sei settimane.

– 'Punto nero' –

Secondo la rivista, i giovani potrebbero essere più a rischio a causa delle grandi dimensioni della pupilla, della struttura degli occhi chiari o addirittura della “scarsa percezione dei rischi” derivanti dal pensare all’eclissi.

“In alcuni casi, il danno è così parziale e curabile che non è più evidente”, ha detto all'AFP Neil Pressler, professore di oftalmologia alla Johns Hopkins University e redattore capo di JAMA Ophthalmology. Il recupero richiede solitamente alcuni mesi.

“Ma in altri casi, può lasciare una macchia nera permanente e non abbiamo un trattamento per invertire questa situazione”, aggiunge Pressler.

Il modo migliore per osservare l'eclissi è utilizzare occhiali speciali che bloccano il 99,999% della luce.

Per garantire la qualità dell'attrezzatura, “Trova la lampada più luminosa della tua casa e osservala da vicino. Dovresti vedere a malapena la luce”, consiglia il professor Zimmerman.

Se è troppo tardi per procurarselo, esistono metodi indiretti, come fare un buco in un pezzo di cartone e lasciare che la luce brilli su un'altra superficie o anche usare allo stesso modo il semplice colino della tua cucina. Lo streaming sul sito web della NASA è un'altra opzione.

Quelli abbastanza fortunati da trovarsi nel percorso della totalità potranno vedere l'evento senza occhiali durante i pochi secondi o minuti (a seconda della posizione geografica) in cui la stella sarà completamente oscurata.

Sarà così possibile ammirare l'atmosfera esterna del sole e la sua corona che risplende dietro la sagoma della luna.

Secondo il professor Neil Pressler il pericolo sta anche nel proteggersi prima e dopo questo particolare momento.

READ  Apple si sta concentrando sulla massima personalizzazione del tuo iPhone con iOS 18

“Dovresti assolutamente sapere quando inizia l'eclissi e indossare gli occhiali prima di allora”, dice.

Allo stesso modo, se i tuoi occhiali possono essere tolti durante la fase di totalità, dovresti sapere come rimetterli in tempo, “anche se rimani ipnotizzato dallo spettacolo”.