Luglio 23, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Perché l’italiano è la lingua della musica e dell’opera?

Perché l’italiano è la lingua della musica e dell’opera?

L’italiano è spesso visto come la lingua della musica e dell’opera. Ma cosa gli è valso questa reputazione più di tutti gli altri? Perché è così musicale?

Erede del latino, praticato da grandi intellettuali come Dante, Umberto Eco e Dario Fo, l’italiano è diventato nel tempo la lingua dell’opera e della musica. Attualmente la maggior parte dei cantanti lirici impara a parlare italiano e, se osserviamo da vicino il vocabolario legato alla musica, ci rendiamo conto che la lingua dei nostri vicini occupa un posto considerevole. “A cappella”, “concerto”, “pia-no”, “crescendo”, suggeriscono tutti che siano stati realizzati per la musica italiana e viceversa.

Origine dell’opera: chi ha inventato l’opera e in quale paese?

La storia dell’opera inizia in Italia. Apparve per la prima volta nel 1600 con “Euridice” del compositore Jacopo Peri. L’opera presentata a Palazzo Pitti a Firenze per celebrare le nozze di Enrico IV segnò una svolta nella pratica delle arti. In Francia, è solo nel 1645 che assistiamo a “La Finda Passa” alla corte di Luigi XIV. Da questi spettacoli nacquero le prime scuole d’opera. L’opera è molto popolare tra tedeschi e russi. L’aristocrazia lo adora, e anche oggi l’opera vuole essere accessibile a tutti, e solo una minoranza di francesi dice che va a tempo.

Qual è la lingua più cantata al mondo?

Se dovessimo stilare una classifica delle lingue più parlate al mondo, è la lingua ufficiale dell’Italia a comparire al primo posto. Descritto come molto attraente e armonioso, l’italiano può vantare la sua eredità latina. Questo linguaggio è spesso accompagnato da gesti altamente sviluppati e si dice che sia particolarmente guidato emotivamente a causa dell’intuizione utilizzata. Dopo l’italiano, il tedesco è considerata la lingua più cantata. Nonostante le parole a volte impronunciabili, a volte brutte, secondo alcuni la lingua di Goethe può essere molto attraente se si presta attenzione.

READ  Una terribile frana si è verificata sull'isola italiana di Ischia

Quali sono le opere italiane più popolari?

Quando si tratta di opera, l’Italia è in cima alla scena con produzioni di fama internazionale. Tra le opere italiane più famose c’è “Il Barbiere di Siviglia”, scritta da Beaumarchais e diretta e composta da Giocchino Antonio Rossini. Concepito a Roma nel 1816, rimane fino ad oggi il peggior titolo di Rossini. Da parte sua, anche “La Bohème” ha la sua reputazione. Un’opera italiana del 1896 in quattro atti del compositore Giacomo Puccini, basata sul romanzo di Henry Murger “Scene di vita boema”. Da allora è stato adattato più volte per il grande e il piccolo schermo. Infine, non dimenticheremo “La Traviata” composta da Giuseppe Verdi, nato nel 1853 al Teatro La Fenice di Venezia, basata sul romanzo “La Signora delle Camelie” di Alexandre Dumas; Un’opera italiana viene ancora rappresentata ai quattro angoli del mondo.

Potrebbe interessarti anche:

Il Fantasma dell’Opera è davvero esistito?

Il potere della musica è universale… tranne che per le canzoni d’amore

La musica di Mozart è un vero antidolorifico per i neonati!

Tra italiano e spagnolo, qual è la lingua più vicina al francese?