Luglio 21, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Parlata da più di 23 milioni di persone, questa lingua è la meno esotica del mondo

Parlata da più di 23 milioni di persone, questa lingua è la meno esotica del mondo

Uno studio ha stilato una classifica delle lingue meno attraenti nel mondo: non fanno battere il cuore degli ascoltatori. Protagonista è invece l’italiano, la lingua più cantata. classifica.

L’italiano è la lingua più affascinante del mondo, secondo uno studio condotto dalla piattaforma di apprendimento online Preply, ha esaminato la variabilità della frequenza cardiaca. “La frequenza cardiaca a riposo è di 65 bpm (battiti al minuto). Se la percentuale di aumento della frequenza cardiaca è elevata, il linguaggio può essere considerato “sexy”.“Lo studio rileva. Pertanto, la frequenza cardiaca delle persone è aumentata del 23% quando hanno sentito parlare l’italiano. Al secondo posto c’è il portoghese, seguito da Moliere, spesso associato al Romanticismo, e infine il greco. Mentre le lingue mediterranee sono le più popolari nel mondo , altri non sembrano davvero far battere il cuore a tutti. .

Quale lingua è meno attraente?

Secondo lo studio, l’olandese è in cima alla lista delle lingue meno attraenti, con un aumento della frequenza cardiaca solo del 12%. È la lingua più diffusa nei Paesi Bassi, parlata da quasi 23,5 milioni di persone. Sia il tedesco che il giapponese producono un aumento del 15% della frequenza cardiaca, seguiti dal cinese, che è una delle lingue più popolari. Al quarto posto in questa classifica si è classificata un’altra lingua asiatica, il cinese.

Secondo Aleksandra Stevanovic, linguista e traduttrice laureata in lingua svedese e letteratura scandinava, L’italiano, considerata la lingua più facile da cantare, segue uno schema vocale-consonante: ogni sillaba termina con una vocale. Queste lingue suonano musicali all’orecchio umano e vengono percepite come “orecchiabili”. D’altra parte, le lingue con più consonanti sono considerate poco musicali, e queste lingue – comprese le lingue slave e l’olandese – sono spesso considerate meno “attraenti”.“, analizzò.

READ  L'italiano Matteo Beretini è arrivato in semifinale (Bruxelles)