Giugno 24, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

“La mia Taycan non frena più!” : La casa automobilistica Porsche sta indagando a seguito di un grave incidente avvenuto in Belgio

Abbiamo allertato un avvocato d’affari a Bruxelles. Possiede due Porsche, una Targa e una Taycan, entrambe hanno avuto un problema recente. Più che l’incidente della Targa è quello della Taycan a sollevare interrogativi.

Il suo concessionario è l’officina Porsche Centre Bruxelles a Drogenbos. La Targa 992, 4S, è stata consegnata all’inizio di febbraio. Bomba: 450 cv, 100 km/h in 3,8 secondi dalla partenza, 304 km/h in pista, prezzo annunciato 195.000 euro: una meraviglia.

Tuttavia, tre giorni dopo, si è sentito un rumore anomalo nel cruscotto, che lo ha costretto a ritornare – appunto – a Drogenbus.

Dopo un giro per il quartiere, il responsabile dell’officina ha suggerito di smontare il cruscotto, cosa che non è stata possibile fare subito: le agende erano piene. Dovremo aspettare, e mentre aspettiamo, dovremo sopportare tre mesi di quello che Bernard ha descritto come “il rumore dello strizzatoio”.

Alla fine, il cliente ha consegnato la Targa il 21 maggio per il ritiro tre giorni dopo.

Quando lo ricevette, Bernard apprese che il cruscotto era già stato smontato, e non si era scoperto nulla, ma il rumore era scomparso quasi per magia. In breve, tutto andava bene. Bernard ha preso in carico la Targa.

Ma mentre si dirigeva verso l’aula, ricomparve il rumore dello “spremiagrumi”. Bernard chiamò di nuovo l’agenzia. Come cliente di un’auto a questo prezzo acquistata all’inizio dell’anno, non potevo credere di aver ricevuto questa risposta dal dipendente: “Egregio Signore, ho parlato con il direttore del negozio, mi ha assicurato che abbiamo smontato il cruscotto e non ho trovato niente. Quindi devi abituarti a convivere con questo rumore.

READ  La tua lavastoviglie può fornire molteplici servizi: ecco dieci cose quotidiane che può pulire anche per te

Il pilota della Porsche Cayman assolto…grazie alla sua dashcam: ‘Non era possibile che si fermasse’

Bernard, che non è un avvocato vanitoso, ha inviato questa email al direttore: “Spero che sia un brutto scherzo. Finora sono stato paziente, ma questo è inaccettabile”.

Un’ora dopo, l’avvocato, in attesa in aula, ha tirato fuori dal garage un’altra Porsche, una Taycan.

L’auto ha 3 anni e mezzo e ha 100.000 chilometri. Se la Targa raggiunge i 100 km/h in 3,8 secondi, la Taycan 4S fa ancora meglio con il suo motore da 571 CV: 3,7 secondi. È completamente elettrico.

Ecco allora Bernard, nel traffico di Louise Avenue, che riparte per fermarsi ulteriormente e poi deve frenare quando il semaforo diventa rosso. Poi all’improvviso orrore. Bernard frenò ripetutamente ma il suo piede premette a fondo il pedale senza incontrare la minima resistenza. Frigido! “All’improvviso stavo guidando una Porsche senza freni”, ci ha detto.

In questi casi è questione di millisecondi. La sua reazione fu quella di innestare la retromarcia, sperando di ridurre in qualche modo la velocità. Ha dovuto ripetere la manovra più volte finché la Taycan non è riuscita a fermarsi “miracolosamente”.

La Porsche usata che ha comprato causa problemi e l’insegnante di golf di Waterloo va in tribunale: alla fine perde la causa

Quando si è trovato in mezzo al traffico, Bernard ha spento il motore e poi lo ha riavviato, aspettandosi che l’impianto frenante si riavviasse.

Ma al riavvio, sul cruscotto è apparsa una spia arancione, con questo messaggio: “Vai in garage, guida con prudenza”.

Bernard insiste che il semaforo era arancione e non rosso, costringendo l’autista a fermare tutto. “Vai in garage. Con un veicolo senza freni?”

READ  L'unico posto in cui il prezzo non è aumentato in modo significativo: Benvenuti nell'edificio miracoloso di 27 piani dove "paghiamo l'elettricità dal 2020 al 2023"

Bernard chiamò il carro attrezzi e la Taycan si diresse verso il Drogenbus.

Porsche ha osservato

Alla prima ispezione l’officina può escludere qualsiasi causa esterna. Quindi la colpa è dell’auto. La cosa più grave è che Bernard è venuto a conoscenza dell’esistenza di un avviso del produttore che avverte dei pericoli di questo tipo di problema nella Taycan. Secondo quanto appreso e compreso, il problema sarebbe nel circuito frenante, a livello della chiusura del tubo che circonda il liquido dei freni.

L’avvocato da lui rappresentato critica l’atteggiamento “morbido” di Porsche che, dice, “non esita a richiamare veicoli per problemi relativamente minori (radio, GPS difettoso) ma lascia in circolazione un lotto di veicoli che sa che potrebbero presentare problemi” . “È possibile che ci sia un malfunzionamento nel sistema frenante.”

Non ci sono spiegazioni

Nel frattempo è intervenuto il concessionario Porsche. Bernard è riuscito a recuperare la Taycan ma non ha ricevuto spiegazioni, quindi la questione resta aperta ai suoi occhi. “Trovo difficile capire come Porsche possa mettere le sue auto sulle strade pubbliche senza implementare un programma di richiamo completo. Si tratta della salute e della vita delle persone. Spero che il Gruppo Porsche sia consapevole della gravità del problema e reagisca il più rapidamente possibile possibile, aspetto che la luce si spenga senza indugio e che tu mi informi: “Cosa farai per ritrovare la fiducia in me stesso?”

Il concessionario rispose: “Informeremo il nostro importatore (D’Ieteren Porsche) in modo che possa comunicare con la fabbrica Porsche in merito.”

Abbiamo contattato Porsche Belgium e la sua portavoce Liana Pickard. “Porsche Belgium, in qualità di importatore, deve contattare Porsche AG per domande tecniche al fine di garantire l’accuratezza e l’accuratezza delle informazioni che ti forniremo. L’indagine è in corso. La sicurezza dei nostri clienti è la nostra massima priorità il nostro cliente è al sicuro. Prendiamo molto sul serio questo incidente. ” In questa fase non possiamo rilasciare ulteriori dichiarazioni riguardo a questo incidente specifico.

READ  Hino: un complesso immobiliare di charme a 2.150.000 euro (foto)